Ricerca

75 è il nuovo 65? I paesi ricchi devono ripensare cosa significa essere vecchi

Nel 1950, uomini e donne di 65 anni potevano aspettarsi di vivere in media circa 11 anni in più.

Oggi quel numero è salito a 17, e le Nazioni Unite prevedono che aumenterà di circa altri cinque anni entro la fine del secolo.

Pubblicità e progresso

Una conseguenza dell’aumento dell’aspettativa di vita è che anche la proporzione della popolazione al di sopra dei 65 anni è aumentata. Nelle analisi politiche e nei media, aumenti di queste proporzioni sono spesso intesi a significare che la popolazione continuerà a invecchiare. Questo è spesso interpretato come avvertimento di una crisi imminente.

Come ricercatori che studiano l’invecchiamento, crediamo che sia meglio pensare alle persone anziane non in termini di età cronologiche, ma in termini di aspettativa di vita residua.

Nel nostro studio , pubblicato il 26 febbraio, abbiamo esplorato le implicazioni di questa visione alternativa per valutare il futuro probabile dell’invecchiamento della popolazione. Abbiamo scoperto che, utilizzando questa nuova prospettiva, l’invecchiamento della popolazione nei paesi ad alto reddito probabilmente si concluderà poco dopo la metà del secolo.

Inflazione per età

I sessantacinquenni di oggi non sono come i 65enni del 1900. Gli anziani di oggi vivono in media più a lungo, sono più sani e ottengono punteggi più alti nei test cognitivi.

Ci sono due modi diversi in cui i demografi possono pensare alle persone anziane. Possono definire le persone anziane per il numero di anni che hanno già vissuto, oppure possono definire le persone anziane in base a quanti anni sono previsti per vivere. Nella nostra ricerca, sottoscriviamo la seconda visione.

Pensiamo all’invecchiamento nel modo in cui gli economisti pensano all’inflazione dei prezzi. Supponiamo che oggi con $ 75 si acquisti lo stesso importo di $ 65 in passato. In sostanza $ 75 sono i nuovi $ 65, perché $ 75 oggi e $ 65 in passato avevano lo stesso potere d’acquisto.

Quando diciamo che 75 è il nuovo 65, intendiamo qualcosa di simile – che i 75enni ora hanno la stessa aspettativa di vita rimanente dei 65enni in passato. L’adeguamento dell’età per i cambiamenti nell’aspettativa di vita residua è chiamato aggiustamento per “inflazione per età”. È proprio come aggiustare il valore del dollaro per i cambiamenti nel potere d’acquisto.

Misurare l’invecchiamento futuro

Nel nostro studio, abbiamo esplorato il futuro dell’invecchiamento della popolazione, misurato con e senza inflazione per età.

Volevamo capire se l’invecchiamento della popolazione finirà nel prossimo futuro, in particolare nei paesi più ricchi, dove la preoccupazione pubblica per l’invecchiamento della popolazione è più acuta. Abbiamo esaminato i paesi con un reddito nazionale lordo pro capite pari o superiore a $ 4000 , tra cui Barbados, Croazia, Stati Uniti, Cina, Russia e Sudafrica.

Usando le previsioni delle Nazioni Unite in termini di dimensioni della popolazione e strutture per età, un programma per computer ha generato 1.000 possibili popolazioni casuali in futuro per questi paesi.

Abbiamo calcolato la probabilità che l’invecchiamento della popolazione finisse in questo secolo usando due misure. In primo luogo, abbiamo esaminato la proporzione della popolazione al di sopra di una certa età. Le misure non rettificate utilizzano una soglia di 65. La misura corretta utilizza un’età che cambia di anno in anno in base alla speranza di vita residua di 15 anni.

In secondo luogo, abbiamo esaminato l’età media della popolazione: l’età che divide la popolazione in due gruppi di uguali dimensioni.

Abbiamo scoperto che, quando vengono utilizzate misure non regolate, l’invecchiamento della popolazione continua generalmente fino alla fine del secolo. Ma, quando vengono utilizzate misure adeguate, l’invecchiamento della popolazione finisce generalmente ben prima della fine del secolo.

Quando finirà esattamente l’invecchiamento della popolazione? Dipende dal fatto che tu stia osservando la proporzione aggiustata di persone che vengono contate come vecchie o l’età media aggiustata. Con la seconda misura, in oltre il 95% dei nostri 1.000 futures simulati, le popolazioni hanno smesso di invecchiare entro il 2050.

Due punti di vista sull’invecchiamento e sull’ordine pubblico

Nel 1950, la media mensile della previdenza sociale americana era di $ 29 .

La gente del 1950 avrebbe potuto immaginare due scenari per i futuri pagamenti della sicurezza sociale. In un futuro, il beneficio medio mensile della previdenza sociale sarebbe rimasto invariato per gli aumenti dei salari e dei prezzi previsti. In tale scenario, il beneficio medio mensile sarebbe ancora $ 29. Nel secondo, i benefici della previdenza sociale sarebbero adeguati per gli aumenti salariali attesi e l’inflazione.

Naturalmente, sebbene sia possibile, nessuno avrebbe mai previsto i futuri pagamenti della Social Security assumendo un pagamento fisso mensile in dollari. È troppo irrealistico. Le previsioni vengono sempre effettuate utilizzando i livelli di benefit corretti.

Nella demografia, tuttavia, le previsioni sull’invecchiamento della popolazione sono spesso fatte sulla base di età non aggiustate per il cambiamento dell’aspettativa di vita. Crediamo che questi siano altrettanto irrealistici.

Ad esempio, oggi negli Stati Uniti, le persone non sono autorizzate a contribuire a determinati piani previdenziali dopo i 70 anni e mezzo. Con l’ aumentare dell’aspettativa di vita, una percentuale crescente della popolazione potrebbe voler continuare a contribuire ai propri piani di risparmio dopo i 70 anni e mezzo ma non essere in grado di farlo.

Dato che le persone continuano a vivere più a lungo, i governi dovranno rivedere politiche simili in materia di assistenza sanitaria, impiego e altro ancora. Alla fine, quando le condizioni cambiano, ci preoccupiamo che le politiche basate su periodi cronologici fissi diventeranno disfunzionali, visto che un vantaggio di sicurezza sociale di $ 29 sarebbe oggi impraticabile.

Categorie:Ricerca

Con tag: