Complicanze varie/eventuali

Dentacci tua

Caratterizzazione della parodontite nelle persone con diabete di tipo 1 di durata pari o superiore a 50 anni.

La parodontite è più comune e grave nelle persone con diabete rispetto alla popolazione generale. Abbiamo riportato nello studio sui “medagliati” del Joslin, persone con diabete di tipo 1 di età ?50 anni (veterani) quali fattori possono essere protettivi endogeni contro la nefropatia diabetica e la retinopatia.

In questo studio trasversale, condotto dai ricercatori della celebre Sezione di biologia vascolare cellulare, Joslin Diabetes Center, Harvard Medical School, Boston, Massachusett, la prevalenza della parodontite secondo la classificazione CDC / AAP in un sottogruppo (n = 170, età media = 64,6 ± 6,9 anni) della coorte Medagliati e le sue associazioni a vari criteri di parodontite e complicanze diabetiche sono state valutate.

La prevalenza di parodontite grave nei veterani era solo del 13,5%, ed era inferiore ai livelli riportati nei pazienti diabetici di età simile. I parametri parodontali, tra cui sanguinamento al sondaggio, indice della placca, indice gengivale e tratti demografici, incluso sesso maschile, età cronologica ed età alla diagnosi erano significativamente associati con la gravità della parodontite, che non si associava alla durata del diabete, emoglobina A1c, indice di massa corporea e profili lipidici. Livelli casuali di peptide C sierici inversamente associati a gravità della parodontite (p = 0,03), profondità di sondaggio inferiore (p = 0,0002) e perdita di attacco clinico (p = 0,03). Prevalenza delle malattie cardiovascolari (CVD) e dei marcatori infiammatori sistemici, plasma IL-6 e titolo sierico di IgG contro Porphyromonas gingivalis (P. gengivale) positivamente associato alla gravità della parodontite (p = 0,002 e 0,02, rispettivamente). Titolo anticorpale a P. gingivalis correlato positivamente e significativamente con CVD, IL-6 sierica e proteina C-reattiva ad alta sensibilità.

Alcuni veterani potrebbero essere protetti da grave parodontite anche con iperglicemia. I fattori protettivi endogeni per la parodontite potrebbero, probabilmente, essere correlati alla produzione di insulina residua e ai bassi livelli di infiammazione cronica.

Pubblicato su Journal of of Periodontology del 26 aprile 2019.