Donne e diabete

Diabete razzista? Diabete gestazionale in India e Svezia

Le donne indiane sono più giovani e più magre delle svedesi quando sviluppano il diabete gestazionale, secondo un nuovo studio condotto dagli scienziati della Lund University. I ricercatori hanno anche scoperto un gene che aumenta il rischio di diabete gestazionale nelle donne svedesi, ma che, al contrario, si è rivelato avere un effetto protettivo nelle donne indiane.

Il diabete gestazionale è caratterizzato da una ridotta produzione, secrezione di insulina durante la gravidanza. La prevalenza differisce tra le diverse popolazioni e può essere in parte spiegata dallo stile di vita e dai geni. Lo scopo dello studio era quindi rivolto ad indagare le differenze tra le donne incinte in India e in Scandinavia.

“Gli individui con origine asiatica hanno un rischio da due a sette volte maggiore di sviluppare la malattia rispetto agli europei”, afferma Geeti Aurora, un medico nello stato indiano del Punjab, e ricercatore presso il Centro Diabete dell’Università di Lund che ha condotto lo studio in India.

Lo studio comprende 507 donne svedesi di Malmö e 4.018 donne indiane provenienti dallo stato del Punjab. I risultati sono stati successivamente replicati in coorti con 398 donne provenienti dalla Finlandia e 780 dalla Norvegia. I criteri di diagnosi in Svezia sono 10 mmol / l dopo un test di tolleranza al glucosio di due ore. Per essere coerenti in tutti gli studi, hanno usato gli stessi criteri in tutti gli studi e quindi sono finiti con un totale di 5703 partecipanti allo studio d’insieme, di cui 274 avevano il diabete gestazionale.

È il più grande studio ad oggi che confronta il diabete gestazionale in europei e non europei e il primo studio a comparare l’incidenza del diabete gestazionale tra India e Svezia.

Il risultato mostra che l’incidenza del diabete gestazionale è più alto nelle donne indiane che nelle donne svedesi. Le donne indiane sono in media dieci anni più giovani quando sviluppano la malattia, sono anche più magre e più sensibili all’insulina.

“Le donne indiane sembrano sviluppare il diabete gestazionale già a un BMI inferiore, anche se sono sensibili all’insulina potrebbero indicare un difetto più grave nella secrezione di insulina”, dice Rashmi Prasad, ricercatore presso il Diabetes Center della Lund University, che ha guidato lo studio.

I ricercatori hanno esaminato 85 geni di rischio precedentemente noti per il diabete gestazionale e il diabete di tipo 2. Uno di questi potrebbe essere collegato al diabete gestazionale nelle donne indiane, ma non in quello svedese. Al contrario, un altro gene, CRY2, che è importante per il ritmo circadiano, è stato trovato avere un effetto protettivo nelle donne indiane, ma è associato ad un aumentato rischio nelle donne svedesi.

“È interessante notare che lo stesso gene ha l’effetto opposto nella popolazione indiana e svedese e la domanda è se possa essere correlato alle stagioni mutevoli in Scandinavia che non si verificano in India”, afferma Rashmi Prasad.

L’India con i suoi 1,3 miliardi di abitanti ha grandi differenze genetiche. Le persone provenienti dal nord dell’India condividono la stessa genetica con individui provenienti dal Medio Oriente, dall’Asia centrale e, in una certa misura, dall’Europa, mentre la popolazione meridionale dell’India appartiene ad un gruppo geneticamente più proprietario. Il paese ha il più alto numero di persone con diabete di tipo 2 nel mondo e il numero sta aumentando drammaticamente.