Renò

Dichiarazione della National Kidney Foundation sui dati di CREDENCE come potenziale nuovo trattamento per la malattia renale diabetica

NEW YORK , 14 aprile 2019 – “I dati del trial di CREDENCE pubblicato oggi nel New England Journal of Medicine dimostrano che INVOKANA® (Canagliflozin) può aiutare a ridurre il rischio di malattia renale allo stadio terminale (ESRD) ed eventi cardiovascolari in pazienti già diagnosticati con diabete di tipo 2 e malattia renale cronica (CKD). Se questa indicazione supplementare è approvata dalla Food and Drug Administration (FDA), sarebbe il primo nuovo trattamento per la malattia renale diabetica (DKD) in decenni “. 

“La CKD è un problema di salute pubblica in gran parte invisibile e in crescita, con opzioni di trattamento disponibili limitate. L’annuncio di oggi è incoraggiante per i pazienti con nefropatia diabetica e un importante passo avanti per allontanare l’ESRD. Una volta che un paziente progredisce verso la ESRD, dialisi o trapianto di rene sono necessario per sopravvivere ed è importante che i pazienti notino che, mentre questo annuncio è promettente, i pazienti devono continuare a consultare i loro medici su un trattamento appropriato per loro “.

“Il diabete  è un fattore di rischio chiave per la malattia renale cronica e rappresenta il 44% di tutti i casi di malattia renale allo stadio terminale. Tuttavia meno del 40% di quelli con diabete sono completamente valutati per la malattia renale. Visualizzati due semplici test, uno la eGFR (che valuta funzione renale) e l’altro ACR (che valuta il danno renale) in grado di diagnosticare la malattia renale, e questi risultati dei test sono anche forti predittori di rischio cardiovascolare.Per ulteriori informazioni su CKD, diabete e rischio cardiovascolare, vedere il pacchetto completo di ” Chronic Kidney Disease Change : strategie sanitarie sulla popolazione per le malattie cardiovascolari e renali, riduzione dei rischi ” rapporto per medici e operatori sanitari annunciati a gennaio 2019. “

Fatti della malattia renale
Negli Stati Uniti si stima che 30 milioni di adulti soffrano di malattia renale cronica e molti non ne sono consapevoli. 1 su 3 americani adulti sono a rischio di malattia renale cronica.  I fattori di rischio per le malattie renali comprendono diabete , ipertensione, malattie cardiache, obesità e anamnesi familiare. Le persone di discendenza afroamericana, ispanica, nativa americana, asiatica o del Pacifico sono a maggior rischio di sviluppare la malattia. Gli afroamericani hanno una probabilità 3 volte superiore a quella dei bianchi e gli ispanici hanno una probabilità quasi 1,5 volte maggiore rispetto ai non ispanici di sviluppare una malattia renale allo stadio terminale (insufficienza renale).

La National Kidney Foundation (NKF) è la più grande, più completa e longeva organizzazione dedicata alla consapevolezza, alla prevenzione e al trattamento delle malattie renali. Per ulteriori informazioni su NKF, visitare www.kidney.org .   

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.