Diritti e rovesci

Il prezzo della salute: un diritto sempre più negato

I costi sanitari creano disagi per oltre la metà degli americani

Studio: 137 milioni di adulti negli Stati Uniti hanno subito difficoltà finanziarie mediche nel triennio 2015/2017

Un nuovo studio condotto dai ricercatori della American Cancer Society ritiene che le difficoltà finanziarie dovute ai costi per le spese mediche siano molto comuni tra le persone negli Stati Uniti, con oltre la metà di problemi di accessibilità, stress o assistenza ritardata a causa delle parcelle elevate. Lo studio, appare oggi online nel Journal of General Internal Medicine , stima che oltre 100 milioni di persone negli Stati Uniti hanno sperimentato difficoltà finanziarie mediche.

La spesa elevata per le cure mediche è un problema sempre più critico per i pazienti negli Stati Uniti. Può portare a un esaurimento delle risorse e al debito col medico, nonché a preoccupazioni su preoccupazioni per le finanze delle famiglie. I pazienti possono ritardare o rinunciare alle cure mediche necessarie a causa dei costi, mettendo a repentaglio i benefici del trattamento. La malattia può anche avere un impatto sulla capacità di lavorare e ridurre la produttività, limitare il reddito delle famiglie e potenzialmente ridurre l’accesso all’assicurazione sanitaria sponsorizzata dal datore di lavoro nella popolazione in età lavorativa tra i 18 ei 64 anni.

Mentre molti studi hanno esaminato il bilancio finanziario di una diagnosi di cancro, meno si sa sulle difficoltà finanziarie nella popolazione generale, al di fuori dell’oncologia. Per l’ultimo studio, i ricercatori guidati da Robin Yabroff, PhD, hanno valutato la prevalenza di materiale (ad esempio, problemi di pagamento delle spese mediche), psicologico (ad esempio, preoccupazione per le spese mediche) e di comportamento (ritardare o rinunciare alle cure mediche a causa dei costi) difficoltà finanziarie utilizzando i dati dell’Indagine sulla salute nazionale 2015-2017.

Hanno trovato, complessivamente, che il 56,0% degli adulti ha segnalato almeno un elemento dominante nelle di difficoltà finanziarie mediche, dato rappresentativo di 137,1 milioni di adulti negli Stati Uniti. Rispetto a quelli di 65 anni e oltre, gli adulti di età compresa tra 18 e 64 anni hanno riportato problemi di carattere medico superiore (28,9% vs 15,3%), psicologico (46,2% vs 28,4%) e comportamentale (21,2% contro il 12,7%).

Tra gli adulti dai 18 ai 64 anni, quelli meno istruiti e con più condizioni di salute avevano maggiori probabilità di segnalare una grande difficoltà. Era più probabile che le donne riferissero più elementi di difficoltà rispetto agli uomini. E i non assicurati avevano maggiori probabilità di segnalare più punti di difficoltà (52,8%), rispetto a quelli con alcune assicurazioni pubbliche (26,5%) e private (23,2%).

Gli autori dicono che se non si interviene, il problema rischia di peggiorare. “Con l’aumento della prevalenza di più condizioni croniche, una più alta condivisione dei costi dei pazienti e maggiori oneri dell’assistenza sanitaria, il rischio di disagio aumenterà probabilmente in futuro, quindi lo sviluppo e la valutazione dell’efficacia comparativa e dell’economicità delle strategie per ridurre al minimo le spese mediche le difficoltà finanziarie saranno importanti.”


Medical costs create hardships for more than half of Americans

Study: 137 million adults in the United States suffered medical financial hardship in 2015/2017.

A new study by American Cancer Society researchers finds medical financial hardship is very common among people in the United States, with more than half reporting problems with affordability, stress, or delaying care because of cost. The study, appearing early online in the Journal of General Internal Medicine, estimates more than 100 million people in the U.S. experience medical financial hardship.

High out-of-pocket spending for medical care is an increasingly critical issue for patients in the United States. It can lead to a depletion of assets and medical debt, as well as distress and worry about household finances. Patients may delay or forgo needed medical care because of cost, jeopardizing benefits of treatment. Illness can also impact the ability to work and reduce productivity, limiting household income, and potentially reducing access to employer-sponsored health insurance in the working age population ages 18-64 years.

While many studies have looked at the financial toll of a cancer diagnosis, less is known about financial hardship in the general population, outside of oncology. For the latest study, researchers led by Robin Yabroff, PhD, assessed the prevalence of material (e.g., problems paying medical bills), psychological (e.g., worry about medical bills) and behavioral (delaying or forgoing medical care because of cost) domains of financial hardship using data from the 2015-2017 National Health Interview Survey.

They found overall, 56.0 % of adults reported at least one domain of medical financial hardship, representing 137.1 million adults in the United States. Compared with those 65 years and older, adults 18 to 64 reported higher material (28.9% vs. 15.3%), psychological (46.9% vs. 28.4%) and behavioral (21.2% vs. 12.7%) medical financial hardship.

Among adults 18 to 64, those with less educational attainment and more health conditions were more likely to report great intensity of hardship. Women were more likely to report multiple domains of hardship than men. And the uninsured were more likely to report multiple domains of hardship (52.8%), compared to those with some public (26.5%) and private insurance (23.2%).

The authors say unless action is taken, the problem is likely to worsen. “With increasing prevalence of multiple chronic conditions; higher patient cost-sharing; and higher costs of healthcare; the risk of hardship will likely increase in the future. Thus, development and evaluation of the comparative effectiveness and cost-effectiveness of strategies to minimize medical financial hardship will be important.”

 

Categorie:Diritti e rovesci

Con tag:,