Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Quando il pancreas artificiale può fare la differenza?

Il controllo a ciclo chiuso ibrido è sicuro ed efficace per le persone con diabete di tipo 1 ad alto rischio di ipoglicemia. *

In genere, gli studi di controllo a ciclo chiuso (CLC) escludevano pazienti con ipoglicemia significativa. I ricercatori del Center for Diabetes Technology, Università della Virginia, Charlottesville, hanno valutato l’efficacia della CLC ibrida (HCLC) rispetto alla pompa potenziata da sensore (SAP) nel ridurre l’ipoglicemia in questa fascia di popolazione ad alto rischio. 

Quarantaquattro soggetti con diabete di tipo 1, 25 donne, 37 ± 2 anni, HbA1c 7,4% ± 0,2% (57 ± 1,5 mmol / mol), durata del diabete 19 ± 2 anni, con pompa per insulina, sono stati arruolati presso Università della Virginia ( N ?= 33) e la Stanford University ( N?= 11). Ammissibilità: aumento del rischio di ipoglicemia confermato da 1 settimana di monitoraggio glicemico continuo in cieco (CGM); randomizzati a 4 settimane di uso domestico di HCLC o SAP. Esiti primari / secondari: rischio di ipoglicemia misurato in base al tempo a basso indice di glucosio nel sangue (LBGI) / CGM. 

Valori riportati: media ± deviazione standard. Dal basale alla settimana finale di studio: LBGI è diminuito di più su HCLC (2,51 ± 1,17 a 1,28 ± 0,5) rispetto a SAP (2,1 ± 1,05 a 1,79 ± 0,98), P ?<0,001; tempo percentuale inferiore a 70 mg / dL (3,9 mmol / L) diminuito su HCLC (7,2% ± 5,3% a 2,0% ± 1,4%) ma non su SAP (5,8% ± 4,7% a 4,8% ± 4,5%), P?= 0,001; tempo percentuale nell’intervallo target 70-180 mg / dL (3.9-10 mmol / L) aumentato su HCLC (67.8% ± 13.5% a 78.2% ± 10%) ma diminuito su SAP (65.6% ± 12.9% a 59.6% ± 16,5%), P ?<0,001; tempo percentuale superiore a 180 mg / dL (10 mmol / L) diminuito su HCLC (25,1% ± 15,3% a 19,8% ± 10,1%) ma aumentato su SAP (28,6% ± 14,6% a 35,6% ± 17,6%), P ?= 0,009 . Il glucosio medio non è cambiato in modo significativo con HCLC (144,9 ± 27,9 a 143,8 ± 14,4 mg / dL [8,1 ± 1,6 a 8,0 ± 0,8 mmol / L]) o SAP (152,5 ± 24,3 ± 162,4 ± 28,2 [8,5 ± 1,4 ± 9,0 ± 1,6 ]), P ?= ns.

Rispetto alla terapia SAP, l’HCLC ha ridotto il rischio e la frequenza dell’ipoglicemia, migliorando il tempo nell’intervallo obiettivo e riducendo l’iperglicemia nelle persone con rischio di ipoglicemia moderato-alto.

Pubblicato in Diabetes Technology and Therapeutics del 17 maggio 2019.

Gli autori sono tutti volontari.

Finanziamento: lo studio è stato finanziato da NIH NIDDK con DP3 DK 101055. Il supporto materiale è stato fornito da Roche Diabetes Care, Inc. (pompe per insulina e glucometri); Dexcom, Inc. (sensori CGM) e TypeZero Technologies, Inc. (sistema di controllo e supporto tecnico).

  • Questo studio rientra nel progetto pancreas artificiale ibrido in fase di sviluppo da parte della Roche Diabetes e che dovrebbe vedere la luce per la fine di quest’anno.