Terapie

W la Scozia!

Tendenze del controllo glicemico nelle persone con diabete di tipo 1 in Scozia nel periodo 2004-2016.

L’equipe scozzese di ricercatori capeggiata dall’MRC Institute of Genetic and Molecular Medicine, Università di Edimburgo, Western General Hospital, ha esaminato  il controllo glicemico e se questo fosse migliorato nei diabetici di tipo 1 in Scozia tra il 2004 e il 2016 e se le tendenze differissero in base a fattori sociodemografici.

I ricercatori hanno analizzato i dati da 30.717 persone con diabete di tipo 1 , registrati in qualsiasi momento tra il 2004 e il 2016 nella banca dati nazionale sul diabete, che conteneva misure ripetute di HbA1c. È stato utilizzato un modello di regressione mista additiva per stimare il tempo di calendario e altri effetti su HbA1c.

Complessivamente, la mediana (IQR) HbA1c è diminuita da 72 (21) mmol / mol [8.7 (4.1)%] nel 2004 a 68 (21) mmol / mol (8.4 [4.1]%) nel 2016. Tuttavia, tutti i miglioramenti durante il periodo si sono verificati negli ultimi 4 anni: il modello di regressione ha mostrato che l’unico periodo di cambiamento significativo in HbA1c era 2012-2016 in cui si è verificato un calo di 3 (IC 95% 1,82, 3,43) mmol / mol. Le maggiori riduzioni di HbA1c in questo periodo sono state osservate nei bambini, da 69 (16) mmol / mol (8,5 [3,6]%) a 63 (14) mmol / mol (7,9 [3,4]%), e gli adolescenti, da 75 (25) mmol / mol (9,0 [4,4]%) a 70 (23) mmol / mol (8,6 [4]%). 

Lo stato socioeconomico (secondo l’indice scozzese di deprivazione multipla) ha interessato l’HbA1ccvalori: dal modello di regressione, il 20% delle persone che vivono nelle aree più svantaggiate avevano livelli di HbA1c in media 8.0 (95% CI 7,4, 8,9) mmol / mol superiori a quelli del 20% delle persone che vivono in aree protette Tuttavia questa differenza non è cambiata significativamente nel tempo. Dal modello di regressione HbA 1c era in media 1,7 (95% CI 1,6, 1,8) mmol / mol più alto nelle donne rispetto agli uomini. Questa differenza di sesso non si è ridotta nel tempo.

In questo paese ad alto reddito, è stato identificato un modesto ma importante miglioramento dell’HbA1c dal 2012, più marcato nei bambini e negli adolescenti. Questi cambiamenti hanno coinciso con le iniziative nazionali per ridurre l’HbA1c, inclusa l’espansione della terapia con pompa. Tuttavia, nella maggior parte delle persone, il controllo glicemico generale rimane lontano dai livelli obiettivo e sono necessari ulteriori miglioramenti, in particolare in quelli provenienti da aree più povere e che fanno elevato consumo d’alcol e sostanze tossiche.

Pubblicato su Diabetologia del 20 maggio 2019.

Nota dell’autore: probabilmente dei diabetici tipo 1 scozzesi non ve ne frega niente e viceversa, ma secondo una recente indagine condotta dall’istituto demoscopico Nielsen per il 40% dei laureati italiani la Scozia rappresenta una meta ambita.