Complicanze varie/eventuali

Il tè allla liquirizia provoca un’emergenza ipertensiva nel paziente

Pubblicità

“Quantità eccessive di alcuni prodotti a base di erbe possono avere effetti collaterali dannosi”, afferma il Dr. Jean-Pierre Falet, Dipartimento di Neurologia, McGill University, Montréal, Quebec. “I prodotti contenenti estratto di radice di liquirizia possono aumentare la pressione sanguigna, causare ritenzione idrica e diminuire i livelli di potassio se consumati in eccesso”.

L’uomo di 84 anni ha visitato il pronto soccorso per un’emergenza da alta pressione sanguigna, che è stata trovata indotta consumando tè fatto in casa a base di radice di liquirizia. La sua pressione sanguigna era gravemente elevata e soffriva di mal di testa,, dolore toracico, affaticamento e ritenzione di liquidi nei polpacci. Dopo il ricovero in ospedale e il trattamento, il paziente, che aveva una storia di ipertensione, ha detto ai medici di aver bevuto 1-2 bicchieri al giorno di estratto di radice di liquirizia fatto in casa chiamato “erk sous” per due settimane prima.

Pubblicità

Il tè alla liquirizia è popolare in Medio Oriente e in alcune parti d’Europa, e la terra di soia è particolarmente popolare in Egitto durante il Ramadan.

“Data la popolazione multiculturale del Canada, i medici dovrebbero prendere in considerazione lo screening per l’assunzione di radici di liquirizia in pazienti con ipertensione difficile da controllare”, afferma il Dr Falet.

“Emergenza ipertensiva indotta dal tè alla liquirizia” è stato pubblicato il 27 maggio 2019.