Mangiare

Siamo fritti, sodi o …..

Studio: colesterolo in uova legate a malattie cardiache, morte. L’esperto di UMASS Lowell sottolinea la moderazione, l’equilibrio nella dieta quotidiana.

LOWELL, Mass. – Il rischio di malattie cardiache e morte aumenta con il numero di uova che un individuo consuma, secondo un esperto di nutrizione di Lowell di UMass che ha studiato il problema.

La ricerca che ha monitorato le diete, le abitudini di salute e stile di vita di quasi 30.000 adulti in tutto il paese fino a 31 anni rileva che il colesterolo nelle uova, se consumato in grandi quantità, è associato a effetti sulla salute, secondo Katherine Tucker, un biomedico e professore di scienze nutrizionali presso il College of Health Sciences di UMass Lowell di Zell, e coautore dell’analisi. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of American Medical Association.

I risultati dello studio arrivano mentre il consumo di uova nel paese continua a salire. Nel 2017, le persone hanno mangiato in media 279 uova all’anno, contro le 254 uova del 2012, secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti.

Le attuali linee guida dietetiche statunitensi per gli americani non offrono consigli sul numero di uova che le persone dovrebbero mangiare ogni giorno. Le linee guida, che vengono aggiornate ogni cinque anni, non lo includono perché gli esperti di nutrizione avevano iniziato a credere che i grassi saturi fossero il fattore trainante dietro i livelli di colesterolo alto, piuttosto che le uova, secondo Tucker. Tuttavia, prima del 2015, le linee guida raccomandavano che le persone non consumassero più di 300 milligrammi di colesterolo al giorno, ha detto.

Un grosso uovo contiene circa 200 milligrammi di colesterolo, all’incirca la stessa quantità di una bistecca da 200 grammi, secondo l’USDA. Altri alimenti che contengono alti livelli di colesterolo includono carni lavorate, formaggi e latticini ad alto contenuto di grassi.

Sebbene la nuova ricerca non offra raccomandazioni specifiche sul consumo di uova o colesterolo, ha rilevato che ogni 300 milligrammi aggiuntivi di colesterolo consumati oltre un baseline di 300 milligrammi al giorno si associa ad un rischio maggiore del 17% di malattie cardiovascolari e un rischio maggiore del 18% di morte.

Mangiare diverse uova alla settimana “è ragionevole”, ha detto Tucker, che ha notato che includono nutrienti benefici per la salute degli occhi e delle ossa. “Ma raccomando alle persone di evitare di mangiare omelette a tre uova al giorno, l’alimentazione è solo moderazione ed equilibrio”.

I risultati della ricerca hanno anche determinato che il regime di esercizio dei partecipanti allo studio e la qualità generale della dieta, inclusa la quantità e il tipo di grasso che hanno consumato, non hanno modificato il legame tra il colesterolo nella dieta e il rischio di malattie cardiovascolari e morte.

“Questo è uno studio forte perché la modellizzazione si adatta a fattori come la qualità della dieta”, ha detto Tucker. “Anche per le persone in diete sane, l’effetto dannoso di un maggiore apporto di uova e colesterolo era coerente.”

Categorie:Mangiare

Con tag:,