Donne e diabete

Controllo glicemico durante la gravidanza: una condizione predittiva di vitamina C al parto nelle donne diabetiche di tipo 1?

Diversi studi sperimentali hanno suggerito che la carenza di vitamina C (vitC) durante la gravidanza può essere dannosa per lo sviluppo fetale e studi osservazionali hanno dimostrato che lo stato di vitC è inferiore durante la gravidanza e nelle persone con diabete. Uno studio trasversale condotto dal Dipartimento medico, Ospedale universitario di Aarhus, Danimarca. su donne diabetiche di tipo 1 gravide ha rilevato che lo stato di vitC materno era un fattore predittivo significativo per le complicanze ostetriche della gravidanza quando misurate entro quattro settimane prima del travaglio. 

La concentrazione plasmatica di vitC era significativamente correlata negativamente a HbA1c, il biomarcatore del controllo glicemico ben noto per essere associato all’esito della gravidanza diabetica. Qui, i ricercatori hanno valutato l’HbA1c durante la gravidanza in relazione ai livelli di vitC misurati nella tarda gravidanza sulla base dei dati di 46 donne della stessa coorte. 

L’analisi di regressione ha mostrato che HbA1c del primo trimestre, p = 0,03, n = 45; p = 0,034, n = 43; p = 0,017, n = 42; e p = 0,008, n = 46, rispettivamente). Nel terzo trimestre, quando aggiustata per la clearance della creatinina, l’associazione tra vitC e HbA1c persisteva ( p = 0,029). Le donne nel terzo trimestre con HbA1c superiore al 7,0% avevano un aumentato rischio di avere uno stato di vitC inferiore rispetto alle donne con HbA1c al di sotto di questo livello (11 su 21 rispetto a 2 su 25 donne, p<0,001). 

I risultati suggeriscono che l’alta HbA1c è associata a uno stato di vitC materno scadente e una fornitura potenzialmente inadeguata di vitC per il neonato. L’HbA1c può quindi essere un biomarcatore sostitutivo rilevante per identificare le donne in gravidanza che potrebbero beneficiare dell’integrazione di vitC.

Pubblicato in Antioxidant del 31 maggio 2019.

1 risposta »