ADA2019

#ADA2019 – T1D without a chat is impossible

Supporto psicologico per adolescenti con diabete di tipo 1 fornito da pari con diabete di tipo 1: l’esperienza della chat.

Pubblicità

Sono necessari interventi preventivi specifici per età, sfruttando mezzi adeguati all’età per supportare efficacemente gli adolescenti con diabete di tipo 1 nell’affrontare la malattia e le difficoltà legate allo sviluppo. È stata esaminata la fornitura di supporto sociale attraverso un’analisi del contenuto dei messaggi pubblicati sulle conversazioni online da parte dei diabetologi pediatri napoletani in Italia.

I messaggi dei partecipanti e dei moderatori inviati a un gruppo di chat online italiano per adolescenti con diabete di tipo 1 sono stati analizzati utilizzando un sistema di codifica dei comportamenti di supporto sociale.

Dei 250 adolescenti che si sono avvicinati (12-18 anni), 161 (64,4%) hanno accettato di partecipare. Sono stati esaminati 17.025 post individuali (10.735 scritti dai partecipanti, 6.290 da moderatori) da 37 sessioni di chat. Gli argomenti trattati riguardano la gestione della malattia, i problemi legati al diabete, la nutrizione e l’impatto emotivo del diabete. Il supporto sociale è stato trovato nel 30,64% dei messaggi (N = 5,215). La frequenza dei messaggi di supporto pubblicati dai partecipanti era significativamente più alta di quella scritta dai moderatori (X 2 = 20.025, p <.0001). I partecipanti hanno offerto più frequentemente supporto emotivo (79,97%) e informazioni (16,21%), mentre i moderatori hanno presentato informazioni (52,89%) e supporto emotivo (34,56%).

Postare messaggi in un gruppo online offre un’opportunità per gli adolescenti con diabete di tipo 1 di sostenersi a vicenda e aiutare gli operatori sanitari a conoscere le esperienze dei giovani individui.

Published in Pediatric Diabetes 6 giugno 2019.

Pubblicità