Complicanze varie/eventuali

Acci denti!

La malattia parodontale, il fumo, le complicanze cardiovascolari e la mortalità nel diabete di tipo 1.

Pubblicità

Gli studiosi dell’Università di Pittsburgh, Scuola di specializzazione in sanità pubblica, Dipartimento di politiche e gestione della salute, Pennsylvania, Stati Uniti, hanno valutato il ruolo della malattia parodontale (PD) come predittore di patologia coronarica (CAD) e mortalità in una coorte prospettica di diabetici di tipo 1 (T1D) e stimare il ruolo del fumo in questa relazione.

I dati sono stati basati su 320 partecipanti allo studio Epidemiology of Diabetes Complications di Pittsburgh del T1D che, durante il 1992-94, ha ricevuto un esame parodontale della bocca parziale e che sono stati seguiti fino a 19 anni di distanza per accertare l’incidenza di complicanze. La PD è stata definita come perdita di attacco clinico di ?4 mm per almeno il 10% dei siti esaminati. Predittori di mortalità per tutte le cause; Il CAD in forma pesante (morte da CAD, infarto miocardico o rivascolarizzazione) e il CAD sistemico (CAD pesante, angina, ECG ischemico) sono stati valutati utilizzando i modelli di Cox.

Durante 19 anni di follow-up, il 33,7% (97/288) ha sviluppato CAD, il 27,3% (83/304) ha sviluppato Hard CAD e il 16,9% (54/320) è morto. Tra gli attuali fumatori, il 46,4% (26/56) ha sviluppato CAD, il 42,7% (24/56) ha sviluppato un Hard CAD e il 29,5% (18/61) è morto. La PD non era associata alla mortalità per tutte le cause, sebbene fosse un fattore predittivo significativo sia di CAD (HR = 1.12, CI = 1.01-1.23) che di Hard CAD (HR = 1.30, CI = 1.11-1.51). Poiché il fumo modificava le associazioni CAD PD-CAD e PD-hard, le analisi venivano stratificate in base allo stato di fumo. La PD era associata ad un aumentato rischio di CAD (HR = 1.25, CI = 1.03-1.50) e Hard CAD (HR = 1.85, CI = 1.17-2.93) solo tra i fumatori.

In conclusione: la PD era un importante predittore di CAD e Hard CAD tra gli attuali fumatori con T1D.

Pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Diabetes and its Complications del 26 giugno 2019.

Pubblicità