Tecno

Occhiali che tracciano gli occhi e rendono la messa a fuoco automatica

Invecchiando, le lenti dei nostri occhi diventano più rigide, rendendo difficile mettere a fuoco gli oggetti vicini. La presbiopia, come viene chiamata la condizione, è tipicamente gestita utilizzando occhiali da lettura e lenti progressive. Queste, però, funzionano bene solo quando la testa dell’utente punta verso l’area di messa a fuoco desiderata.

Ora, un team di ingegneri della Stanford University ha sviluppato un paio di occhiali che regolano automaticamente la messa a fuoco a seconda di dove guardano gli occhi. Anche se al momento sembrano le cuffie di un cyborg, i ricercatori ritengono di poterle ridimensionare  in modo da renderle più pratiche.

Gli occhiali sono dotati di eye tracker che monitorano costantemente l’aspetto dell’utente. Un sensore di distanza puntato in avanti degli occhi viene utilizzato per valutare quanto sono lontani gli oggetti che l’utente sta guardando. Le lenti, che possono regolare la loro forma pompando liquido dentro e fuori dal loro interno, sono quindi in grado di cambiare automaticamente il loro punto focale per mettere a fuoco l’obiettivo desiderato.

I singoli componenti, come le lenti e gli eye tracker, sono stati sviluppati da altri gruppi in passato. La nuova tecnologia riunisce questi elementi per operare coerentemente come, “ciò che i ricercatori hanno soprannominato”, “autofocali”.

“Più di un miliardo di persone hanno la presbiopia e abbiamo creato un paio di lenti autofocali che potrebbero un giorno correggere la loro visione in modo molto più efficace degli occhiali tradizionali”, ha detto l’ingegnere Stanford Gordon Wetzstein, che ha lavorato al nuovo dispositivo. “Questa tecnologia potrebbe influenzare la vita di miliardi di persone in un modo significativo, più della maggior parte dei gadget tecnologici oggi in circolo.”

Via: Stanford

Categorie:Tecno, Vista e dintorni

Con tag: