Reni

av-Guardian rende l’accesso alla fistola AV facile per la dialisi

Per eseguire l’emodialisi, l’accesso vascolare deve essere disponibile su base regolare. Le vene sono naturalmente troppo fragili per questo, ma le arterie sono troppo profonde per essere toccate frequentemente. Le fistole artero-venose (AV), che collegano un’arteria e una vena vicina, sono tipicamente utilizzate per superare questo problema poiché dopo solo poche settimane la vena diventa molto più resistente.

Probabilmente il punto più distruttivo, doloroso e critico del nervo durante una sessione di dialisi consiste nel posizionare l’ago nella fistola AV. Le complicanze sono frequenti e i pazienti generalmente odiano questo passaggio, sia che vada bene o meno.

Advent Access, una società con sede a Singapore, ha appena ottenuto il marchio CE europeo, consentendogli di introdurre il suo sistema di accesso vascolare av-Guardian, che cambia radicalmente il modo in cui viene normalmente eseguita l’emodialisi.

Si tratta di posizionare due impianti sotto la pelle che possono offrire un accesso a lungo termine e affidabile al sistema vascolare. Si spera che questo riduca il trauma alla fistola AV, riducendo i tassi di complicanze e causando meno dolore e altri problemi.

Una delle possibilità con il nuovo approccio è che permetterà a più pazienti di ricevere dialisi a casa, dato che i dializzati saranno in grado di accedere al loro sangue con sicurezza usando un ago.

La vena non è in realtà in contatto con gli impianti. Forniscono semplicemente una “porta-guida per av Guardian” così da essere in grado di raggiungere la fistola AV senza problemi. Dovrebbe essere compatibile con tutti i tipi di impostazione della dialisi e funzionerà con qualsiasi macchina.

Alcuni dettagli su un recente studio del sistema av-Guardian, secondo Advent Access:

La tecnologia av-Guardian ™ è stata recentemente valutata in uno studio condotto in prima persona al Singapore General Hospital e al National University Hospital di Singapore, con il sostegno della National Kidney Foundation. Lo studio è stato clinico prospettico non randomizzato per valutare la sicurezza e le prestazioni cliniche di av-Guardian ™ su 216 sessioni di emodialisi in pazienti con fistole AV native. Lo studio ha dimostrato che av-Guardian ™ ha soddisfatto tutti gli endpoint di sicurezza e prestazioni. In particolare, av-Guardian ™ ha ottenuto il 94% – 98% di accesso alla fistola AV, con un successo dell’86% – 90% al primo tentativo con aghi.

Via: Advent access

Categorie:Reni, Tecno

Con tag:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.