Ricerca

La scoperta degli istituti Feinstein può avere implicazioni per la gestione e la terapia del diabete

Dr. Zanos presso gli istituti di Feinstein

MANHASSET, NY , 10 luglio 2019  –  Theodoros Zanos , PhD , capo del Neural & Data Science Lab e assistente professore presso l’Istituto di medicina bioelettronica, The Feinstein Institutes for Medical Research , e i suoi collaboratori, ha scoperto come il Il nervo vago trasmette segnali dalla periferia al cervello per aiutare a regolare il glucosio, potenzialmente rivelando un nuovo modo per misurare i livelli di glucosio nel sangue. Questa scoperta fa avanzare la ricerca sui futuri trattamenti di medicina bioelettronica e sulla diagnostica per la sindrome metabolica e il diabete. I risultati sono stati pubblicati oggi sulla rivista Springer NatureBioelectronic Medicine.

Negli esseri umani, il glucosio è lo zucchero primario per le cellule che richiedono alta energia nei neuroni cerebrali, muscolari e periferici. Qualsiasi deviazione dei livelli normali di glucosio nel sangue per un lungo periodo di tempo può essere pericolosa o addirittura fatale, quindi la regolazione della glicemia è un imperativo biologico. Ricerche precedenti hanno dimostrato che il nervo vago, il quale si collega a molti organi principali del corpo e comunica cambiamenti al tronco cerebrale, svolge un ruolo nella regolazione del metabolismo. Poiché le specifiche di come questo è stato realizzato erano in gran parte sconosciute, il dott. Zanos e i suoi colleghi hanno cercato di identificare i segnali specifici trasmessi dalla periferia al cervello che rispondevano ai cambiamenti nei livelli di glucosio. Decifrando questi segnali, possiamo capire meglio quando e come stimolare il nervo vago per regolare il metabolismo.

“Uno dei nostri obiettivi è capire il codice neurale del nervo vago in relazione a diverse condizioni, perché, crediamo, ascoltando e stimolando questo nervo, possiamo aprire nuove possibilità per diagnosticare e curare varie malattie”, ha detto il dott. Zanos . “Il nervo vago è uno dei principali conduttori di informazione del corpo con una media di 100.000 fibre nervose, rendendo questo codice difficile da individuare e decifrare, quindi abbiamo molto da imparare. Siamo entusiasti di dimostrare in questo studio che il nervo vago di un topo trasporta importanti segnali dalla periferia al sistema nervoso centrale correlato all’omeostasi del glucosio – questa scoperta ci avvicina a nuove tecnologie che avranno il potenziale di aiutare molti pazienti che vivono con varie malattie metaboliche “.

Il dott. Zanos ha collaborato a questo studio con i ricercatori dell’Istituto Feinstein Emily Battinelli Masi , PhD, Todd Levy , MS, Tea Tsaava , MD, Chad E. Bouton , MS e Sangeeta S. Chavan , PhD. Anche il co-autore dell’articolo, intitolato “Identificazione dei segnali neurali specifici dell’ipoglicemia decodificando l’attività del nervo vago murino”, è stato il Presidente e CEO di Feinstein Institutes, Kevin J. Tracey , MD .

“Questa scoperta del dott. Zanos e dei nostri ricercatori di medicina bioelettronica ci fornisce una nuova comprensione della segnalazione neurale del corpo e offre speranza per la gestione del diabete”, ha detto il dott. Tracey.

La medicina bioelettronica è un nuovo approccio per il trattamento e la diagnosi di malattie e lesioni che  emergono dai laboratori degli istituti di Feinstein. Rappresenta una convergenza di medicina molecolare, neuroscienze e bioingegneria. La medicina bioelettronica utilizza la tecnologia dei dispositivi per leggere e modulare l’attività elettrica all’interno del sistema nervoso del corpo, aprendo nuove porte alla diagnostica in tempo reale e alle opzioni di trattamento per i pazienti.

L’anno scorso, il Dr. Zanos e i suoi collaboratori sono stati i primi a decodificare segnali specifici che il sistema nervoso usa per comunicare allo stato immunitario e l’infiammazione al cervello. Identificare questi segnali neurali e ciò che stanno comunicando sulla salute del corpo è un passo in avanti per la medicina bioelettronica, fornendo indicazioni sugli obiettivi diagnostici e terapeutici e sullo sviluppo del dispositivo. Questi risultati sono stati pubblicati negli  Atti della National Academy of Sciences (PNAS) .

Informazioni sugli istituti Feinstein 
L’Istituto Feinstein per la ricerca medica  è il braccio di ricerca di Northwell Health, il più grande fornitore di servizi sanitari e datore di lavoro privato di New York. Sede di 50 laboratori di ricerca, 2.500 studi di ricerca clinica e 4.000 ricercatori e personale, gli istituti di Feinstein stanno alzando lo standard dell’innovazione medica attraverso i suoi cinque istituti di scienza compartimentale, medicina bioelettronica, cancro, innovazioni e risultati sanitari e medicina molecolare. Stiamo facendo progressi in genetica, oncologia, ricerca sul cervello, salute mentale, autoimmunità e medicina bioelettronica: un nuovo campo scientifico che ha il potenziale per rivoluzionare la medicina. Per ulteriori informazioni su come stiamo producendo le conoscenze per curare le malattie, visita feinstein.northwell.edu .

Categorie:Ricerca

Con tag:,,,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.