Batticuore

La metformina è promettente per la salute vascolare negli adolescenti con diabete di tipo 1

FILADELFIA – Gli adolescenti con diabete di tipo 1 mostrano già precoci segni di malattia cardiovascolare e un intervento con una terapia del diabete di tipo 2 comunemente usata, qual’è la metformina, può migliorare la loro salute vascolare e ridurne il rischio in futuro, secondo un oratore alla conferenza Heart in Diabetes.

La complicanza cardiovascolare (CVD) è la principale causa di morte nel diabete di tipo 1, e il 35% dei giovani con diabete di tipo 1 sviluppa almeno due fattori di rischio CV quando entrano nell’età adulta, Jane EB Reusch, MD, professoressa di medicina e direttrice associata del Centro per la ricerca sulla salute delle donne presso l’Università del Colorado Anschutz Medical Campus, ha detto durante una presentazione. Sono necessarie strategie, ha detto, per prevenire o invertire l’insorgenza della patologia CV nel diabete di tipo 1.

“Anche con tutta l’incredibile nuova tecnologia che possiamo applicare alla gestione del diabete di tipo 1, in particolare gli adolescenti hanno avuto un controllo peggiore negli ultimi 4-5 anni. di quello avuto in precedenza in questo decennio “, ha detto Reusch, anche ex presidente della medicina e della scienza per l’American Diabetes Association. “Se hai il diabete di tipo 1 ad insorgenza giovanile, ovvero prima dei 12 anni di età, si rileva una diminuzione dell’aspettativa di vita di 11-13 anni, secondo i dati che sono emersi pochi anni fa negli USA”.

Reusch e colleghi hanno scoperto che i giovani con diabete di tipo 2 avevano un’insulino-resistenza “profonda” correlata al livello di glucosio e così si è deciso di misurare l’insulino-resistenza negli adolescenti con diabete di tipo 1, ha detto.

“Con nostra grande sorpresa, i giovani di tipo 1 hanno la stessa resistenza all’insulina nei confronti dei giovani obesi “, ha detto Reusch. “Quando abbiamo guardato questi ragazzi, erano magri e non avevano molti altri parametri interessanti oltre al glucosio anormale”.

Inoltre, la Reusch, gestisce un laboratorio che studia l’intolleranza all’esercizio fisico nel diabete, ed ha scoperto che la diminuzione del VO 2 max osservata negli adulti con diabete era presente anche nei giovani con diabete di tipo 1, ha detto. Allo stesso modo, la disfunzione renale nel diabete di tipo 1 si correlava anche con una diminuzione del picco VO 2 . Gli adolescenti con diabete di tipo 1 hanno anche dimostrato segni precoci di disfunzione diastolica.

“Questo ci ha lasciato con la premessa che gli agenti in grado di aumentare l’azione dell’insulina per le persone con diabete di tipo 2 potrebbero essere utilizzati per i giovani con diabete di tipo 1”, ha detto Reusch.

Reusch e colleghi hanno deciso di testare due ipotesi, ha detto, che la metformina migliora l’azione dell’insulina e che la metformina potrebbe migliorare la funzione CV negli adolescenti con diabete di tipo 1.

In uno studio randomizzato, controllato con placebo, i ricercatori hanno analizzato i dati di 48 adolescenti con diabete di tipo 1 assegnati a ricevere 2.000 mg di terapia con metformina al giorno (n = 25) o placebo (n = 23) per 3 mesi. I partecipanti sono stati sottoposti a risonanza magnetica per misurare l’aorta ascendente e discendente e valutare la velocità dell’onda del polso, il cambiamento dell’area relativa e lo stress da taglio da parete. I ricercatori hanno anche valutato lo spessore della media intima della carotide mediante ultrasuoni, la distensibilità brachiale, la massa grassa e magra tramite DXA e misurato la sensibilità all’insulina tramite clamp iperinsulinemico-euglicemico.

A 3 mesi, i ricercatori hanno scoperto che, rispetto al placebo, gli adolescenti assegnati alla metformina giornaliera hanno dimostrato una migliore velocità di infusione di glucosio, ridotto peso corporeo (media, -0,5 kg vs. 1,6 kg; P = 0,004) e ridotta massa grassa (media, – 0,7 kg contro 0,6 kg; P = 0,01).

“Anche con questo trattamento di 3 mesi con metformina, abbiamo riscontrato un aumento della sensibilità all’insulina e un miglioramento del peso complessivo”, ha detto Reusch. “La metformina non è un farmaco dimagrante. Non sappiamo se il risultato fosse perché stavamo prestando attenzione a loro, ma, in entrambi i casi, hanno perso un po’ di peso. “

Inoltre, rispetto al placebo, gli adolescenti cui è stata assegnata metformina hanno mostrato una riduzione dello stress a parete aortica (media, 0,3 dyne / cm² vs. 1,5 dyne / cm²; P = 0,03), ridotta velocità dell’onda dell’impulso (media, 1,1 m / s contro 4,1 m / s; P = .04) e una tendenza per il miglioramento dello spessore intima-media della carotide diastolica del lontano muro (media, 0,04 vs 0; = .049), ha detto Reusch.

“I giovani con diabete di tipo 1 moriranno di malattie cardiovascolari”, ha detto Reusch. “Ora è il momento di trattarli. Abbiamo preso un farmaco molto sicuro, molto ben studiato usato in persone con diabete di tipo 2 e che  ha mostrato come ha cambiato l’azione dell’insulina, la massa grassa e le proprietà aortiche in soli 3 mesi. 

Riferimento:

Reusch JEB, metformina in gioventù con diabete di tipo 1. Presentato a: Heart in Diabetes CME Conference; 12-14 luglio 2019, Philadelphia.

Bjornstad P, et al. Circolazione. 2018; doi: 10,1161 / CIRCULATIONAHA.118.035525.