Mangiare

Un nuovo tipo di app per il monitoraggio del cibo

Kim S., come metà degli utenti di telefoni cellulari, ha un’applicazione per tracciare quel che mangia e la sua forma fisica quotidiana. Ma a Kim venne diagnosticato il diabete di tipo 2 e volle iniziare a monitorare l’indice glicemico dei cibi, i suoi livelli glicemici, il livello di zucchero nel sangue che influenza i suoi stati d’animo e le sensazioni di stanchezza. Le persone con esigenze di monitoraggio della salute complesse o uniche come queste possono faticare a trovare una singola app di monitoraggio e ricorrono spesso a più app, fogli di lavoro ed elenchi.

Dr. Eun Kyoung Choe, presso l’Università del Maryland College of Information Studies (UMD iSchool), in collaborazione con i ricercatori dell’Università Nazionale di Seoul e Microsoft Research, sta affrontando questa sfida tra esigenze di individuazione dei dati personalizzati e unici attraverso una piattaforma mobile per lo sviluppo di una raccolta dati, chiamata OmniTrack.

OmniTrack consente alle persone di progettare facilmente il proprio strumento di tracciamento personalizzato (sia per gli alimenti che altre esigenze di salute o fitness), selezionando ciò che vogliono monitorare e come seguirlo, e aggiungendo ulteriore supporto come promemoria. L’app può anche sincronizzarsi con dispositivi di tracciamento esterni, come gli smartwatch, per integrare i dati sparsi su più piattaforme. OmniTrack è infatti così flessibile da poter essere utilizzata per le persone con esigenze di monitoraggio uniche in tutti i domini, come esercizio fisico, sonno, umore o produttività.

Gli studenti del Dr. Choe e UMD Yuhan Luo e Peiyi Liu stanno anche esaminando le potenziali applicazioni di OmniTrack nello specifico per supportare il monitoraggio di alimenti complessi e altri dati contestuali a supporto di individui e pazienti con esigenze dietetiche complesse, come quelli con diabete, sindrome dell’intestino irritabile (IBS), o con disturbi alimentari.

Il team ha voluto capire 1) quali dati potrebbero aiutare i nutrizionisti a trattare meglio i pazienti con esigenze dietetiche complesse e 2) come supportare la cattura di questi dati attraverso un tracker personalizzabile. Per rispondere a queste domande, il team di ricerca UMD ha collaborato con dietologi per co-progettare tracker per vari tipi di pazienti alimentari / dietetici.

Durante i workshop di co-design, i dietologi hanno prima sviluppato “personas paziente”, che descrive le caratteristiche in termini di età, sesso, sintomi e obiettivi dei pazienti. Hanno quindi progettato un food tracker per ogni personaggio utilizzando widget prototipo su base cartacea di diversi tipi di input e metriche, come ad esempio numerico, casella di testo, audio, immagine, lista di controllo e scala Likert. Il team ha identificato 32 metriche di tracciamento raggruppate in cinque categorie di rilevamento: cibo, riflessione, sintomi, attività e stato fisico.

Il team di ricerca intende che questi tracciatori di cibo siano disponibili sia per gli utenti che per gli operatori sanitari (ad esempio dietologi e medici) da utilizzare nell’app mobile. Il team prevede che gli operatori sanitari utilizzino questi tracker per condividerli con i pazienti e con altri operatori sanitari.

Categorie:Mangiare, Tecno

Con tag:,,