Vivo col Diabete

Innovazioni nel diabete: quale impatto hanno avuto nei diabetici tipo 1?

Cos’è l’innovazione nel diabete? Questa è una domanda enorme e che ha un significato reale per tutte le persone che vivono con il diabete, le cui speranze per il futuro si basano su continue innovazioni in termini di trattamento, cura, tecnologia e ricerca. 

C’è molto da approfondire circa questo tema e il dibattito sui costi e l’efficacia clinica, anche se sepolcrale perlomeno in Italia, continuerà e dovrà continuare, non da ultimo perché non tutte le persone possono accedere a molte delle innovazioni disponibili. Tuttavia, come soggetto che ha vissuto con il diabete di tipo 1 per 56 anni, volevo aggiungere al dibattito due elementi  forse dare una prospettiva diversa in alcune aree.

La prima parola chiave è: caterva. Ovvero noi diabetici siamo letteralmente sepolti da un listone di farmaci e terapia che, oltre all’insulina, ha dimensioni veramente mostruose e finiscono per richiedere una capacità mnemonica tale da sconfiggere anche un Pico della Mirandola, a queste si aggiungono i dati di ogni tipo da controllare, analizzare e gestire trasmettere, sia per i tanti che hanno il solo glucometro come per quanti hanno il sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM), microinfusore e pancreas artificiale. Tutta sta roba semplifica?

L’innovazione non è semplicemente qualcosa di nuovo, implica qualcosa di più radicale. Le comunicazioni hanno subito una vera innovazione con l’avvento del telefono. Dopo qualche evoluzione, questa tecnologia ha fatto un grande salto con l’avvento dei telefoni cellulari. L’innovazione è tale quando migliora la condizione di vita e semplifica i processi.

La seconda parola chiave è: condivisione, condizione legata a doppio filo con la comunicazione e questa ha successo se serve a comprendere i contesti, superare difficoltà e superare i problemi.

Per questo l’innovazione fin qui raggiunta in campo diabetico non basta, non è sufficiente, e la ricerca deve andare avanti per semplificare la vita e trovare cure efficaci per il diabete e le sue complicanze.