Terapie

Gli obiettivi di cura del diabete non sono migliorati negli Stati Uniti dal 2005 al 2016

  • Lo studio rileva che il raggiungimento degli obiettivi di trattamento del diabete non è migliorato negli Stati Uniti dal 2005
  • I progressi nella cura del diabete negli ultimi due decenni non hanno effettivamente migliorato i risultati del diabete per gli adulti americani, in particolare giovani, donne e non bianchi con diabete

flag-3585161_960_720BOSTON – Più di 30 milioni di americani vivono con il diabete. Il trattamento del diabete si concentra generalmente sul controllo della glicemia, della pressione sanguigna e del livello di colesterolo, nonché sulla promozione della cessazione del fumo. Un nuovo studio condotto da ricercatori del Massachusetts General Hospital (MGH) pubblicato online su JAMA Internal Medicine suggerisce che il raggiungimento di questi obiettivi non è migliorato per gli adulti statunitensi con diabete dal 2005.

Utilizzando dati di indagine e di esame rappresentativi a livello nazionale 2005-2016 dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), gli autori hanno condotto analisi statistiche per valutare quadro attuativo sulle cure per il diabete negli Stati Uniti, definita come diagnosi della patologia, collegamento con le terapie e raggiungimento di obiettivi di trattamento. Hanno scoperto che più di un adulto su quattro negli Stati Uniti con diabete non è stato diagnosticato e quasi uno su tre non ha ricevuto cure adeguate per il diabete durante il periodo di studio.

“Meno di uno su quattro adulti americani con diabete diagnosticato raggiungono un livello controllato della glicemia, pressione arteriosa e colesterolo e non fumano tabacco. I nostri risultati suggeriscono che, nonostante i grandi progressi nella scoperta e nel movimento di farmaci per il diabete per sviluppare modelli innovativi di erogazione di cure negli ultimi due decenni, il raggiungimento degli obiettivi di cura del diabete non è migliorato negli Stati Uniti dal 2005 “, afferma il capo e corrispondente autore Pooyan Kazemian, PhD, del Centro di valutazione della pratica medica MGH e istruttore di Medicina presso la Harvard Medical School (HMS) .

Gli autori hanno anche studiato le potenziali disparità di età, genere e razza nella cura del diabete negli Stati Uniti. Hanno scoperto che alcune popolazioni evidenziavano disparità persistenti nel raggiungere gli obiettivi di cura del diabete durante il periodo di studio.

“L’età più giovane (18-44), le donne e gli adulti non bianchi con diabete avevano minori probabilità di raggiungere l’obiettivo composito di compenso glicemico, pressione arteriosa, colesterolo e non fumatori”, afferma Kazemian.

La copertura assicurativa era il principale indicatore di causa, collegamento e raggiungimento degli obiettivi di trattamento composito.

“Le barriere che accedono all’assistenza sanitaria, compresa la mancanza di assicurazione sanitaria e gli elevati costi dei farmaci, rimangono i principali fattori che non sono stati adeguatamente affrontati a livello di popolazione”, afferma l’autore senior Deborah J. Wexler, MD, MSc, del MGH Diabetes Unit, e professore associato di Medicina presso l’HMS.

Gli autori osservano che il monitoraggio continuo degli effetti per la cura del diabete può aiutare a far luce sui passi a livello di popolazione richiesti per migliorare la cura del diabete negli Stati Uniti.

“I progressi terapeutici nel diabete mellito possono significativamente migliorare gli esiti solo se raggiungono efficacemente le popolazioni a rischio. I nostri risultati suggeriscono che ciò non è il caso negli Stati Uniti e indicano un bisogno immediato di migliori approcci alla consegna di cure per il diabete, tra cui una costante attenzione al raggiungimento di servizi oggi insufficienti nelle popolazioni degli USA con disparità persistenti nelle cure “, afferma Wexler.