Ricerca

Nuovi risultati spiegano la regolazione indiretta dell’omeostasi del glucosio

Gli isolotti che secernono ormoni di Langerhans nel pancreas hanno una citoarchitettura unica che consente interrelazioni funzionali tra i diversi tipi di cellule. La somatostatina è secreta dalla cellula delta ed è un efficace inibitore della cellula beta che secerne l’insulina e della cellula alfa secernente glucagone. Secondo un nuovo studio della svedese Karolinska Instiutet, pubblicato sulla rivista Nature Communications, la cellula delta può quindi influenzare indirettamente l’omeostasi del glucosio nella salute e nelle malattie.

I nostri risultati forniscono importanti spunti sull’attività della cellula delta in salute e pre-diabete e un possibile meccanismo per come la somatostatina può esercitare in modo così efficace i suoi potenti effetti soppressivi nell’isolotto di Langerhans “, afferma l’autore senior Professor Per-Olof Berggren del Rolf Luft Research Center for Diabetes and Endocrinology, Karolinska Institutet in Svezia, che è anche professore presso la Lee Kong Chian School of Medicine, Singapore.

La maggior parte delle cellule delta sono allungate e hanno un soma cellulare ben definita e una struttura simile alla filopodia. Usando l’optogenetica in vivo e l’ imaging ad alta velocità di Ca 2 + , Per-Olof Berggren e i suoi colleghi mostrano che questi filopodi sono strutture dinamiche che contengono un meccanismo di secrezione, consentendo alla cellula delta di raggiungere un gran numero di cellule beta all’interno dell’isolotto.

Ciò fornisce una regolazione efficiente dell’attività delle cellule beta ed è modulato dalla segnalazione endogena di IGF-1 / VEGF-A. Nel pre-diabete, le cellule delta subiscono cambiamenti morfologici che possono essere una compensazione per mantenere la regolazione paracrina della cellula beta.

“È stato a lungo un mistero come le cellule delta regolino così efficacemente la funzione delle cellule alfa e beta, costituendo solo una minoranza tra le cellule che secernono l’ormone”, afferma Per-Olof Berggren. “Questi sono dati fondamentali che spiegano un’importante relazione struttura / funzione tra le cellule delta e altre cellule che secernono ormoni e forniscono la base per come le cellule delta, pur essendo in minoranza, possano agire come modulatori efficienti dell’omeostasi del glucosio”.

Categorie:Ricerca

Con tag:,