Sport e movimento

Come si possono incoraggiare più passeggiate nelle città?

Un rapporto che indaga sulle abitudini di viaggio in sette città europee rivela indicatori ambientali e sociali che spingono le persone a scegliere di camminare.

La nuova ricerca rivela che questi includono fattori sociali come quanto le persone si sentono sicure e siano preoccupate per l’inquinamento atmosferico, e il design urbano , come quanto sono collegate le strade e le persone sono vicine ai collegamenti col trasporto pubblico.

I ricercatori sperano che le loro scoperte possano fornire agli urbanisti e ai responsabili delle politiche gli strumenti per creare città più adatte ai pedoni attraverso il design, le politiche e le campagne di sensibilizzazione, che potrebbero in definitiva aiutare a combattere l’inquinamento atmosferico e la mancanza di attività fisica.

Lo studio, pubblicato su Environmental Health Perspectives, fa parte del progetto PASTA (Physical Activity through Sustainable Transport Approaches) e ha utilizzato i dati di 7.875 adulti di sette città europee: Anversa (Belgio), Barcellona (Spagna), Londra (Regno Unito), Örebro (Svezia), Roma (Italia), Vienna (Austria) e Zurigo (Svizzera).

Capire cosa funziona

La dott.ssa Audrey de Nazelle, del Center for Environmental Policy presso Imperial, che ha condotto il case study con sede a Londra per PASTA. Ha detto: “Sappiamo che le persone possono ottenere enormi benefici per la salute aumentando la quantità di deambulazione che fanno, ma una comprensione insufficiente di come funziona viene spesso usata come scusa per non sviluppare politiche per incoraggiare più deambulazione. Il nostro studio fornisce prove più convincenti di come sostenere un comportamento sano nella camminata “.

I risultati mostrano come le persone che camminano di più sono quelle abitanti in aree con buoni servizi di trasporto pubblico e una maggiore densità di abitazioni, servizi e installazioni, come negozi, parchi, scuole e il loro posto di lavoro.

Vivere in questo tipo di ambiente urbano è stato associato ad un aumento del 12 percento dei minuti a piedi ogni settimana, rispetto alle persone che vivono in altri ambienti.

Anche la connettività stradale è importante, suggerendo che gli urbanisti possono incoraggiare a camminare creando collegamenti per i pedoni tra le strade in cui attualmente potrebbero esserci muri, complessi residenziali o vicoli ciechi, ad esempio.

Raccolta dei dati

In media, per il campione utilizzato nello studio, i partecipanti da Barcellona camminano di più (259 minuti a settimana), mentre quelli di Anversa camminano di meno (50 minuti a settimana) a causa dell’uso elevato di biciclette in questa città. I londinesi camminano quasi quanto i barcellonesi, a 255 minuti a settimana.

I partecipanti con un livello di istruzione elevato e l’accesso a un’auto camminano meno.

I partecipanti allo studio hanno risposto a un questionario online sulle loro abitudini di camminata: quante ore alla settimana camminavano, i loro criteri per la scelta di una modalità di trasporto specifica e la disponibilità di un veicolo motorizzato o di una bicicletta, tra gli altri.

I ricercatori hanno quindi utilizzato le informazioni geografiche pubbliche per raccogliere dati sull’ambiente costruito in cui i partecipanti vivono e lavorano o studiano.

Valori che supportano il camminare

Il team ha anche studiato i fattori sociali e scoperto come le persone che tendevano a valutare sicurezza, bassa esposizione all’inquinamento atmosferico , privacy, benefici per la salute e bassi impatti ambientali tendevano a camminare di più. Ciò suggerisce che se le persone potessero vedere l’importanza di questi valori, potrebbero essere incoraggiate a camminare di più.

I risultati suggeriscono anche che la camminata potrebbe essere incoraggiata migliorando l’opinione della gente sul camminare – coloro che credevano che camminare facesse risparmiare tempo o si sentivano a proprio agio nel camminare, avevano molte più probabilità di farlo – entrambi i fattori possono essere migliorati attraverso l’ambiente costruito.

Il professor Mark Nieuwenhuijsen, coordinatore dello studio e direttore dell’Iniziativa per la pianificazione urbana, l’ambiente e la salute, ha dichiarato: “I risultati supportano studi precedenti sul ruolo della pianificazione e dei trasporti urbani nella promozione della deambulazione e forniscono nuove informazioni per raggiungere obiettivi sostenibili, sani e vivibili città, conformemente agli obiettivi di sviluppo sostenibile “.

Categorie:Sport e movimento

Con tag: