Terapie

Azienda farmaceutica sviluppa terapie endocrine per inalazione

Aerami Therapeutics, precedentemente denominata Dance Biopharm, ha annunciato questa settimana che sta rinominando e ampliando la sua pipeline per includere diverse terapie endocrine per inalazione, secondo un comunicato stampa della società.

Pubblicità

Il nuovo nome deriva dal fatto che la società persegue partner strategici per la sua risorsa principale, la Dance 501, per inalazione di insulina umana, per passare a studi cardine di registrazione, secondo il comunicato. Il rebranding è progettato per riflettere meglio l’attenzione allargata dell’azienda oltre il diabete con ulteriori condizioni croniche che potrebbero potenzialmente raggiungere una migliore efficienza di trattamento dal “inalatore intelligente” di Aerami. Nel comunicato, Aerami ha dichiarato che intende promuovere nuovi programmi di pipeline nell’ipoparatiroidismo e nell’ormone della crescita umano (HGH), oltre all’attuale candidato agonista del recettore del GLP-1 inalabile per il trattamento del diabete di tipo 2.

“Il nuovo marchio riflette il nostro impegno a fornire ai pazienti che soffrono di malattie croniche, un’alternativa alle iniezioni di routine, con il nostro delicato inalatore nebulizzatore” , ha dichiarato Anne Whitaker, CEO di Aerami Therapeutics. “Il nostro focus iniziale in futuro è sulle malattie rare e gravi nello spazio endocrinologico, respiratorio e cardiovascolare. Abbiamo lanciato nuovi programmi di pipeline nell’ipoparatiroidismo e deficit dell’ormone della crescita umano, che potrebbero beneficiare della frequente somministrazione pulsatile dell’ormone paratiroideo inalato e HGH, rispettivamente, offerti dal nostro inalatore smart.”

L’annuncio segue il successo di altre terapie per il diabete inalato. A luglio, la FDA ha approvato la prima polvere nasale di glucagone per il trattamento di emergenza dell’ipoglicemia grave nei bambini e negli adulti con diabete. Il glucagone nasale (Baqsimi, Eli Lilly) eroga glucagone come polvere secca in un dispositivo portatile, monouso e pronto per l’uso. La prima polvere di insulina per inalazione è stata approvata nel 2006 e nel 2014 è stata autorizzata un’insulina per inalazione ad azione ultrarapida dei pasti per le persone con diabete di tipo 1 o di tipo 2 (Afrezza, MannKind). Nel 2017, MannKind Coroporation e One Drop hanno annunciato il lancio di uno studio collaborativo sull’insulina per inalazione e una piattaforma integrata di gestione del diabete.

Whitaker ha affermato che i programmi dell’azienda potrebbero entrare nello sviluppo clinico nel 2020, con riserva di finanziamenti aggiuntivi.

Pubblicità

Categorie:Terapie

Con tag:,