Ricerca

Esami del sangue semplici e rivoluzionari per complicanze diabetiche, cancro

laboratory-2815641_1280Alcune gocce di sangue possono rilevare il cancro al fegato, complicazioni potenzialmente letali nei diabetici.

  • La diagnosi precoce può stimolare il trattamento per prevenire la gravità delle complicanze o la morte
  • Il test utilizza biomarcatori altamente sensibili per analizzare il DNA nel sangue
  • Due terzi dei pazienti diabetici muoiono per complicazioni come malattie cardiache, ictus
  • L’analisi del sangue viene utilizzata in altri tumori

CHICAGO – Con un nuovo approccio rivoluzionario che ha analizzato solo poche gocce di sangue, scienziati della Northwestern Medicine e altri ricercatori a livello internazionalie hanno scoperto prima e più accuratamente se i pazienti diabetici avevano sviluppato complicanze vascolari potenzialmente letali come malattie cardiache, aterosclerosi e insufficienza renale.

È l’ultima scoperta in una nuova tecnologia di analisi del sangue che gli scienziati del Northwestern hanno usato più recentemente per rilevare il cancro al fegato nei pazienti e ora è in fase di test in altri tumori importanti.

“Siamo molto entusiasti di applicare i nostri precedenti risultati in pazienti oncologici a pazienti diabetici”, ha affermato l’autore correlato Wei Zhang, professore associato di epidemiologia e prevenzione del cancro presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine. “Questa scoperta rivoluzionerà velocemente e in modo non invasivo l’identificazione delle complicanze potenzialmente fatali in centinaia di milioni di pazienti diabetici in tutto il mondo.”

Il prototipo di questa nuova tecnologia è stato sviluppato dal Dr. Chuan He, professore del servizio John T. Wilson presso l’Università di Chicago. Zhang ed He hanno lavorato insieme per creare l’esame del sangue.

Circa due terzi dei 424 milioni di pazienti diabetici in tutto il mondo muoiono per complicanze vascolari (cioè vasi sanguigni). La rilevazione precoce di queste complicanze potrebbe stimolare i trattamenti per controllare lo sviluppo di malattie gravi o morte.

I metodi attuali per diagnosticare le complicanze vascolari nei pazienti diabetici – analizzando l’indice di massa corporea (BMI) di un paziente, il periodo di tempo in cui hanno avuto il diabete o un esame del sangue che analizza la quantità di rifiuti prodotti – sono soggetti a errori e non identificano complicazioni abbastanza presto per intervenire con il trattamento.

Questo esame del sangue è diverso. Con solo 3-5 millilitri di sangue, il test non invasivo e clinicamente conveniente analizza il DNA di un paziente utilizzando biomarcatori del sangue altamente sensibili.

Se il paziente diabetico ha sviluppato una complicazione vascolare, i vasi sanguigni danneggiati rilasciano nuovo DNA nel flusso sanguigno, che appare nell’analisi del sangue e segnala il problema ai medici.

I risultati saranno pubblicati il ??1 ° ottobre in Clinical Chemistry, la principale rivista internazionale di scienza clinica di laboratorio.

Lo studio ha esaminato 62 pazienti diabetici (12 pazienti senza complicanze vascolari, 34 pazienti con una singola complicazione vascolare e 16 con complicanze vascolari multiple). L’esame del sangue altamente sensibile di Zhang è stato in grado di identificare se un paziente aveva complicanze vascolari in modo molto più accurato rispetto agli attuali metodi diagnostici.

Prima di questo studio, gli scienziati hanno utilizzato l’esame del sangue per analizzare campioni di sangue di oltre 3.000 persone per identificare accuratamente il cancro del fegato nei pazienti senza erroneamente contrassegnare quelli semplicemente a rischio.

La biopsia tissutale è attualmente il gold standard per la diagnosi del cancro al fegato, ma è relativamente costosa, difficile, invasiva e richiede tempo. Sebbene attualmente esistano test a base di sangue, si comportano male nel rilevare tumori in fase iniziale, il che è un problema particolare nel cancro al fegato. L’analisi del sangue di Zhang ha ampiamente superato gli attuali esami del sangue rilevando circa l’88% dei tumori, secondo lo studio precedente.

Zhang, membro del Robert H. Lurie Comprehensive Cancer Center della Northwestern University, sta attualmente testando questa tecnologia di analisi del sangue su altri principali tumori, tra cui linfoma, mieloma multiplo e tumore del colon. Paragona in modo completo la tecnologia con la biopsia tissutale in ogni tumore che lui e i suoi collaboratori studiano.

L’obiettivo è testare la tecnologia sui pazienti in uno studio clinico, ha detto Zhang, e infine portarla in un vero contesto clinico.

“Idealmente in futuro, un paziente potrebbe sottoporsi al test del sangue con questa tecnologia e verificare la presenza di una serie di tumori diversi”, ha affermato Zhang.