Batticuore

Dieta ricca di fibre associata a ridotto rischio CV in ipertensione, pazienti con diabete di tipo 2

La terapia nutrizionale abbinata a trattamenti farmacologici può ridurre le future malattie cardiache

I pazienti con ipertensione e diabete di tipo 2 che consumano una dieta ricca di fibre hanno migliorato la pressione sanguigna, il colesterolo e il glucosio a digiuno, secondo uno studio presentato all’American College of Cardiology (ACC) Middle East Conference 2019 insieme alla 10th Emirates Cardiac Society Congresso . La conferenza si terrà il 3 ottobre a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.

Ipertensione e diabete sono i principali fattori di rischio per future malattie cardiovascolari. La dieta svolge anche un ruolo nella gravità delle malattie cardiovascolari. I ricercatori del Care Well Heart e del Super Speciality Hospital di Amritsar, in India, hanno studiato la relazione tra una dieta ricca di fibre e il suo impatto sui fattori di rischio di malattie cardiovascolari.

Secondo le linee guida del National Institute of Nutrition e dell’Indian Council of Medical Research, l’apporto dietetico raccomandato (RDA) per le fibre alimentari è di 40 g / 2000 kcal. I pazienti in questo studio avevano diabete di tipo 2 e un apporto calorico di 1.200-1.500 kcal, portando la loro RDA per le fibre a 24-30 gm. L’assunzione di fibre di questi pazienti è stata aumentata fino al 20-25% dalle indennità raccomandate per consumare una dieta ricca di fibre.

Lo studio ha monitorato l’assunzione di fibre di 200 partecipanti per sei mesi e incluso controlli all’inizio dello studio, tre mesi e sei mesi. Ai partecipanti sono state fornite prescrizioni dietetiche, che includevano elenchi dettagliati di diversi gruppi alimentari con dimensioni delle porzioni nelle lingue regionali. Dietisti qualificati hanno fornito le informazioni attraverso sessioni di consulenza regolari e hanno utilizzato ausili audiovisivi per garantire la comprensione tra i partecipanti allo studio.

I ricercatori hanno monitorato l’assunzione di fibre dei partecipanti in diversi modi, incluso il fatto che i pazienti inviassero foto dei loro pasti su WhatsApp, il che non solo ha aiutato a conoscere il loro apporto di fibre, ma ha anche aiutato le dimensioni approssimative delle porzioni, e le telefonate tre volte alla settimana durante le quali dietetico dettagliato il richiamo è stato preso.

“La valutazione completa degli effetti eziologici dei fattori dietetici sugli esiti cardiometabolici, i loro effetti quantitativi e le corrispondenti assunzioni ottimali sono ben consolidate”, ha affermato Rohit Kapoor, MD, direttore medico di Care Well Heart e Super Speciality Hospital e autore principale dello studio. “Questo studio ci aiuta a determinare tre cose importanti per questa popolazione di pazienti. In primo luogo, una dieta ricca di fibre è importante nei casi di diabete e ipertensione per prevenire future malattie cardiovascolari. In secondo luogo, anche la terapia nutrizionale medica e le sessioni di consulenza regolari rivestono grande importanza nel trattamento e prevenzione del diabete e dell’ipertensione. In terzo luogo, questo tipo di dieta in combinazione con trattamenti medici può migliorare la dislipidemia, la velocità delle onde del polso, il rapporto vita-fianchi e ipertensione “.

I partecipanti a un regime alimentare ricco di fibre hanno sperimentato un significativo miglioramento di numerosi fattori di rischio cardiovascolare, tra cui una riduzione del 9% del colesterolo sierico, una riduzione del 23% dei trigliceridi, una riduzione del 15% della pressione arteriosa sistolica e una riduzione del 28% della glicemia a digiuno. I ricercatori hanno scoperto che una dieta ricca di fibre è inversamente correlata a fattori di rischio cardiovascolare e svolge un ruolo protettivo contro le malattie cardiovascolari.