Batticuore

La menopausa aumenta ulteriormente il rischio di cardiovascolare aterosclerotico per le donne con diabete di tipo 1

Pubblicità

Le donne con diabete di tipo 1 hanno più calcio nell’arteria coronarica rispetto alle donne senza diabete, e questa differenza si allarga solo durante la menopausa, aumentando potenzialmente il rischio cardiovascolare, secondo i risultati pubblicati su Diabetes Care.

“Pochi studi hanno seguito le donne con diabete di tipo 1 durante la transizione attraverso la menopausa”, Amena Keshawarz, MPH, dottoranda nel dipartimento di epidemiologia, divisione di geriatria e  assistente di ricerca per lo studio del microbioma orale nel diabete tipo 1  all’Università del Colorado Anschutz Medical Campus ad Aurora, in Colorado, e colleghi hanno scritto. “È importante comprendere gli effetti di questa transizione sul rischio di CVD a causa della crescente incidenza del diabete di tipo 1 e dei tassi più bassi di mortalità correlata al diabete, che hanno l’effetto combinato di aumentare il numero di donne anziane con diabete di tipo 1”.

Pubblicità

Keshawarz e colleghi hanno analizzato i dati di 311 donne in premenopausa con diabete di tipo 1 (età media, 34 anni) e 325 donne in premenopausa senza la condizione (età media, 36 anni) che hanno partecipato allo studio sulla calcificazione dell’arteria coronarica nel diabete di tipo 1 (CACTI). I partecipanti sono stati seguiti per 18 anni. I ricercatori hanno valutato il calcio dell’arteria coronarica, la pressione arteriosa, la circonferenza della vita, il colesterolo HDL, il colesterolo LDL, i trigliceridi e il tasso stimato di filtrazione glomerulare e hanno calcolato il rischio CVD aterosclerotico e l’IMC al basale, 3 anni, 6 anni e 14 anni.

Tra i partecipanti con diabete di tipo 1, il 24% era in postmenopausa dopo 18 anni, mentre il 30% dei partecipanti senza diabete era in postmenopausa. Per entrambi i gruppi, la menopausa è iniziata, in media, all’età di 50 anni.

I ricercatori hanno osservato un’interazione statisticamente significativa tra diabete di tipo 1 e menopausa con calcio delle arterie coronarie. Più specificamente, hanno osservato un volume medio di calcio dell’arteria coronarica di 2,91 mm 3 tra le donne con diabete che erano in premenopausa dopo 18 anni e un volume medio di calcio dell’arteria coronarica di 5,14 mm 3 tra le donne con diabete che erano in postmenopausa dopo 18 anni; il volume medio era di 1,78 mm 3 sia per le donne in premenopausa che in postmenopausa senza diabete ( P <.0001).

Tra le donne con diabete, quelle che erano in postmenopausa dopo 18 anni avevano un punteggio di rischio di CVD aterosclerotico del 2,7% e quelle che erano in premenopausa avevano un punteggio di rischio di CVD aterosclerotico dell’1,5% rispetto ai rispettivi punteggi dell’1,7% e dell’1,3% tra le donne senza diabete che erano in postmenopausa e in premenopausa ( P = 0,0001). Inoltre, per la PA sistolica e la diastolica, i ricercatori hanno scritto che esiste “un’interazione significativa tra lo stato del diabete e lo stato della menopausa”.

“È già stato stabilito che le donne in premenopausa con diabete di tipo 1 perdono la protezione cardiovascolare che hanno le donne senza diabete e lo studio CACTI fornisce prove di come la menopausa aumenta il rischio di CVD più nelle donne con diabete di tipo 1 che in quelle senza diabete”, i ricercatori ha scritto. “È indispensabile esaminare come il diabete e i fattori di rischio specifici del sesso possano interagire per influenzare il rischio cardiovascolare in questa popolazione in crescita e come i trattamenti possano modificare questo rischio”.