Terapie

I farmacisti forniscono valore ai pazienti nelle cure di gruppo

Il modello ha dimostrato di migliorare i risultati per i pazienti le cui malattie croniche rendono le cure complesse.

Con l’inalatore in mano, il Dr. Cheng Yuet ha esaminato ogni dettaglio per assicurarsi che il paziente comprendesse come il farmaco avrebbe controllato i sintomi della BPCO.

“Usalo tutti i giorni, che tu abbia voglia o meno”, ha esortato.

Il dottor Yuet sta dimostrando che differenza fa quando i farmacisti sono integrati nel team sanitario. Nell’ambito di un modello innovativo utilizzato presso l’UNT Health Science Center, il dott. Yuet e altri tre farmacisti gestiscono l’assistenza di pazienti con malattie croniche come l’asma, il diabete e l’ipertensione.

“La nostra portata è piuttosto ampia, ed è unica in farmacia”, ha detto il dott. Yuet. “Come parte del team di assistenza sanitaria, i nostri farmacisti possono prescrivere, modificare e ricaricare i farmaci; ordinare test di laboratorio; e programmare visite di persona o telefoniche per la gestione dello stato delle malattie croniche”.

Molti pazienti non hanno familiarità con il vedere un farmacista in questo ruolo, ha detto il dott. Yuet.

“È importante che i pazienti siano consapevoli di come un farmacista possa aiutarli a raggiungere i propri obiettivi terapeutici insieme al proprio medico o ai fornitori di cure infermieristiche avanzate”, ha affermato.

Il modello ha dimostrato di migliorare i risultati per i pazienti le cui malattie croniche rendono le cure complesse. I pazienti che vengono indirizzati alle visite dei farmacisti potrebbero assumere più di una dozzina di farmaci al giorno. Il successo è stato realizzato anche in termini di qualità, collaborazione e sostenibilità finanziaria.

Il modello dei servizi di gestione delle cure croniche guidato dal farmacista utilizzato presso l’UNTHSC è descritto nel numero di settembre degli Annals of Family Medicine, ha affermato il dott. Yuet, l’autore corrispondente dell’articolo.

L’approccio ha anche ottenuto il riconoscimento dalla Texas Society of Health-System Pharmacists, che ha consegnato il premio Innovative Collaborative Practice al UNT Health Clinical Practice Group in aprile.

Si ritiene che il servizio sia l’accordo di collaborazione più espansivo nello stato. L’ampia portata consente ai farmacisti di fornire una gestione completa dei farmaci praticamente a qualsiasi paziente nella pratica in modo indipendente.

Le malattie croniche, come il diabete, rappresentano una sfida significativa sia per il paziente che per il medico, ha affermato Randy Martin, PharmD, Decano associato per gli affari clinici e Professore associato di farmacoterapia.

“I pazienti si ritrovano a tenere traccia di più farmaci e vedono una serie di fornitori”, ha detto. “Per i medici, c’è molto da fare con questi pazienti. È qui che entra in gioco la gestione dell’assistenza cronica guidata dal farmacista.”

In qualità di esperto di farmaci, il farmacista può semplificare il regime terapeutico del paziente, ordinare laboratori e fornire un’istruzione importante sui farmaci e sulle modifiche dello stile di vita.

Quattro farmacisti e 48 medici lavorano in collaborazione per fornire assistenza primaria e specialistica nelle cliniche dell’UNTHSC.

L’approccio va a beneficio dei pazienti e dell’assistenza sanitaria.

“Quando due anni fa abbiamo integrato i farmacisti nella pratica, eravamo appassionati nel dare ai pazienti l’accesso a un farmacista in clinica in modo sostenibile”, ha affermato Martin. “La gestione delle cure croniche migliora l’accesso dei pazienti alle cure sanitarie in modo complementare alle loro visite in clinica.”

Categorie:Terapie

Con tag:,