Diritti e rovesci

Diabete tipo 1 e differenze di classe sociale

gmdDisparità socioeconomiche nell’accesso a regimi intensivi di insulina per adulti con diabete di tipo 1 : uno studio qualitativo delle prospettive dei pazienti e degli operatori sanitari.

Il diabete di tipo 1 è una condizione cronica complessa che richiede un trattamento permanente con insulina. I risultati sulla salute dipendono dalla capacità di autogestire la condizione. Le disuguaglianze socioeconomiche sono state dimostrate nell’accesso al trattamento e agli esiti sanitari per gli adulti con diabete di tipo 1; tuttavia, c’è una scarsità di ricerche che esplorano come si verificano queste disparità. Questo studio effettuato dai ricercatori della School of Health and Related Research, University of Sheffield, Regno Unito ha esplorato l’influenza dei fattori socioeconomici nell’accesso ai regimi intensivi di insulina per gli adulti con diabete di tipo 1 .

I ricercatori hanno intrapreso uno studio descrittivo qualitativo informato da una prospettiva fenomenologica. Sono state condotte interviste faccia a faccia con 28 pazienti e 6 operatori sanitari coinvolti nelle loro cure. Le interviste sono state analizzate utilizzando un approccio tematico. La teoria della candidatura per l’accesso all’assistenza sanitaria per i gruppi vulnerabili ha inquadrato l’analisi.

In questo campione, l’accesso a regimi intensivi di insulina avviene attraverso servizi specialistici ospedalieri. I pazienti appartenenti a gruppi socioeconomici inferiori avevano difficoltà ad accedere ai servizi ospedalieri se svolgevano un lavoro a basso reddito e perché non avevano la capacità di muoversi nel sistema sanitario. Una volta che questi pazienti facevano parte del sistema specialistico, l’accesso a regimi intensivi di insulina era limitato dal non allineamento con gli obiettivi del personale sanitario, scarsa conoscenza della salute, problemi psicosociali e scarsa qualità della comunicazione. Questi fattori potrebbero anche influenzare l’accesso all’educazione strutturata sul diabete, che a sua volta ha migliorato l’accesso ai regimi intensivi di insulina. Il contatto con gli infermieri specializzati nel diabete e la partecipazione a corsi strutturati di educazione al diabete potrebbero migliorare queste barriere.

L’accesso ai regimi intensivi di insulina è stato ostacolato per le persone nei gruppi socioeconomici inferiori da una complessa combinazione di fattori relativi alla permeabilità dei servizi specialistici, alla capacità di navigare nel sistema sanitario e alle interazioni dei pazienti con gli operatori sanitari. Il miglioramento dell’accesso alle infermiere specializzate nel diabete e l’educazione strutturata al diabete per i pazienti vulnerabili potrebbero ridurre le disparità socioeconomiche sia nell’accesso ai servizi che negli esiti sanitari.

Pubblicato International Journal for Equity in Health del 11 ottobre 2019.