Terapie

Caratterizzazione della variabilità glicemica quotidiana nei diabetici di tipo 1 utilizzando una miscela di metriche.

La variabilità glicemica è un componente importante del controllo glicemico per i pazienti con diabete di tipo 1. L’inadeguatezza delle misurazioni esistenti risiede nel fatto che osservano la variabilità da diversi aspetti, in modo che non sia stato raggiunto un consenso tra i medici su quali versificazioni utilizzare nella pratica. Inoltre, sebbene la variabilità glicemica, da un giorno all’altro, possa mostrare schemi molto diversi, pochissime metriche sono state dedicate alle valutazioni quotidiane.

Un modello statistico di riferimento (glicemia stabile) è costruito sulla base di una combinazione di metriche di controllo glicemico canonico calcolate quotidianamente, compresa la variabilità. Le metriche sono calcolate per i soggetti della sperimentazione sul trapianto di isole TRIMECO, selezionate quando il loro punteggio ? (punteggio composito per il successo della classificazione) ? 6 dopo un trapianto. Quindi, per ogni nuova registrazione giornaliera di glicemia, la sua probabilità rispetto a questo modello di riferimento fornisce un punteggio multi-metrico della gravità giornaliera della variabilità glicemica. Inoltre, determinando il valore di probabilità che meglio separa la glicemia giornaliera con ?-score = 0 da quello con ?-score> = 6, i ricercatori d’oltralpe  propongono una regola di decisione obiettiva per classificare la glicemia giornaliera in “stabile” o “instabile”.

Pubblicità e progresso

Il quadro di caratterizzazione proposto integri molteplici metrici standard e fornisca un indice di variabilità glicemica giornaliera completo, in base al quale è possibile effettuare valutazioni di variabilità a lungo termine e indagini sul legame implicito tra variabilità e punteggio ?. La valutazione, in un compito quotidiano di classificazione della variabilità glicemica, mostra che il metodo proposto è altamente concorde con l’esperienza dei diabetologi.

Viene proposto un modello statistico multivariato per caratterizzare la variabilità glicemica giornaliera dei soggetti con diabete di tipo 1. Il modello ha il vantaggio di fornire un singolo punteggio di variabilità che raccoglie il potere informativo di un numero di punteggi canonici, troppo parziale per essere utilizzato singolarmente. Viene inoltre fornita una regola decisionale affidabile per classificare le misurazioni giornaliere della variabilità in stabile o instabile.

Lo studio è stato diretto dal Inria Centre de Recherche Grenoble Rodano-Alpi, Francia.

Pubblicato in Diabetes Technology & Therapeutics del 28 ottobre 2019.