Terapie

CDC: la prevalenza del diabete è aumentata dal 2012 per gli anziani

Dal 2012, la prevalenza del diabete è cresciuta vertiginosamente tra gli adulti di età ?68 anni, secondo una ricerca pubblicata nel numero del 1 ° novembre del rapporto settimanale dei Centri statunitensi per il controllo e la morbilità della mortalità e della prevenzione .

Linda J. Andes, Ph.D., del CDC di Atlanta, e colleghi hanno stimato la prevalenza e l’incidenza annuali del diabete nel periodo 2001-2015 utilizzando i dati dalvMedicare per beneficiari di età ?68 anni.

Pubblicità e progresso

I ricercatori hanno scoperto che la prevalenza nazionale complessiva del diabete è aumentata dal 23,3 per cento nel 2001 a un massimo del 32,2 per cento nel 2012 e ha raggiunto il plateau dopo il 2012. Rispetto ad altri gruppi razziali / etnici , i bianchi hanno una prevalenza inferiore di diabete; la prevalenza era più alta tra gli uomini rispetto alle donne (range dal 24,7 al 34,6 percento contro il 22,3-30,3 percento). Dal 2001 al 2006, la variazione percentuale annua dell’incidenza è stata del +4,5 percento, ma l’incidenza è diminuita dopo il 2006 (variazione percentuale annua, -3,3 percento). Ci sono state differenze sostanziali nell’incidenza per razza / etnia e sesso. La prevalenza è stata del 31,6 percento nel 2015 (l’anno più recente stimato) e l’incidenza è stata del 3,0 percento.

Questi dati sono una fonte importante per la sorveglianza in futura del diabete nella popolazione anziana e monitorare l’onere della malattia nel tempo nonché valutare le attività di prevenzione e gestione delle malattie “, scrivono gli autori.

Categorie:Terapie

Con tag:,