Terapie

A che ora del giorno dovrei prendere la mia medicina?

La necessità di assumere una medicina ad una determinata ora del giorno dipende dal farmaco e dalle condizioni che sta trattando. Per alcuni medicinali, non importa a che ora lo prendi. E per altri, il farmacista può consigliarti di assumerlo ogni giorno alla stessa ora.

Ma stimiamo che per circa il 30% di tutti i medicinali, l’ora del giorno in cui lo prendi è importante. E uno studio recente mostra come i farmaci per la pressione sanguigna sono più efficaci se li prendi di notte.

Pubblicità e progresso

Quindi, come fai a sapere se i tempi dei tuoi farmaci sono fondamentali?

Quando i tempi non contano

Nella maggior parte dei casi, non è importante assumere il medicinale in un determinato lasso di tempo. Ad esempio, puoi prendere antistaminici non assonnati per la febbre da fieno o analgesici per il dolore quando ne hai bisogno. Non importa se è mattina, mezzogiorno o sera.

Ciò che è più importante è l’intervallo di tempo tra ogni dose. Ad esempio, il paracetamolo deve essere preso a distanza di almeno quattro ore l’uno dall’altro altrimenti si corre il rischio di assumerne una dose tossica.

Anche quando un farmaco non deve essere assunto in un determinato momento, il farmacista può comunque consigliare di prenderlo ogni giorno alla stessa ora.

Questo schema quotidiano ti aiuta a ricordare di prenderlo. Un esempio è prendere il contraccettivo orale alla stessa ora ogni giorno, semplicemente per abitudine.

Per la mini pillola, prenderla allo stesso tempo è effettivamente necessario. Ma l’ora del giorno può essere quella che funziona meglio per te.

Quando importa?

Può sembrare abbastanza ovvio assumere alcuni medicinali in determinati momenti. Ad esempio, ha senso assumere farmaci per dormire, come temazepam, la sera prima di andare a letto.

Alcuni antidepressivi, come l’ amitrittilina o la mirtazapina, hanno effetti collaterali come la sonnolenza. Quindi ha anche senso prenderli di notte.

Per altri medicinali, prenderli al mattino è più logico. Questo è vero per i diuretici, come la furosemide , che ti aiuta a liberarti del liquido in eccesso attraverso le urine; non vuoi alzarti di notte per questo.

A che ora del giorno dovrei prendere la mia medicina?
Quando un farmaco deve essere assunto in un momento specifico, questo sarà indicato sulla confezione. 

Per altri farmaci, non è ovvio il motivo per cui devono essere assunti in un determinato momento della giornata. Per capire perché, dobbiamo comprendere il nostro ritmo circadiano, il nostro orologio corporeo interno. Alcuni sistemi nel nostro corpo funzionano in diversi momenti della giornata all’interno di quel ritmo.

Ad esempio, gli enzimi che controllano la produzione di colesterolo nel fegato sono più attivi di notte. Quindi potrebbero esserci dei benefici nell’assunzione di farmaci ipolipemizzanti (colesterolo), come la simvastatina, di notte.

Infine, a volte è importante assumere farmaci solo in determinati giorni. Il metotrexato è un medicinale usato per l’artrite reumatoide e la psoriasi grave e la tempistica di questo farmaco è fondamentale.

Dovresti prenderlo solo lo stesso giorno una volta alla settimana e, se preso in questo modo, è abbastanza sicuro. Ma se lo prendi per errore quotidianamente, come è successo di recente con un paziente a Victoria, può causare gravi malattie o persino la morte .

E i medicinali per la pressione sanguigna?

Uno dei modi in cui il corpo regola la pressione sanguigna è attraverso un percorso di ormoni noti come il sistema renina, angiotensina e aldosterone .

Questo sistema risponde a vari segnali, come bassa pressione sanguigna o eventi stressanti, e controlla il volume del sangue e la costrizione dei vasi sanguigni per regolare la pressione sanguigna.

È importante sottolineare che questo sistema è più attivo mentre dormi di notte. E uno studio recente , che ha scoperto come i farmaci per la pressione sanguigna sono più efficaci di notte, può cambiare il modo in cui li utilizziamo per trattare la pressione alta.

Due tipi di farmaci generalmente prescritti per abbassare la pressione sanguigna sono gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) , come il perindopril e i bloccanti del recettore dell’angiotensina (noti come ARB), come l’ irbesartan. Questi farmaci dilatano i vasi sanguigni (li rendono più larghi) per ridurre la pressione sanguigna.

Fino ad ora, medici e farmacisti hanno spesso consigliato ai pazienti di assumere questi farmaci al mattino, supponendo che sia bello avere l’azione farmacologica quando sei in giro.

Ma questo studio ha scoperto che l’assunzione di farmaci per la pressione sanguigna durante la notte ha prodotto una riduzione significativa (45%) delle malattie cardiache, inclusi meno ictus, attacchi di cuore e insufficienza cardiaca rispetto all’assunzione al mattino.

Prenderli di notte significava anche che la pressione sanguigna delle persone era meglio controllata e che i loro reni erano più sani.

Quindi, se prendi uno di questi farmaci per controllare la pressione sanguigna e non sei sicuro di cosa dovresti fare, parla con il tuo farmacista o medico. Mentre le prove si stanno accumulando per supportare la loro assunzione di notte, questo potrebbe non essere adatto a te.

Autori:

Nial Wheate
Professore associato | Direttore di Farmacologia, Università di Sydney

Andrew Bartlett
Farmacista, Università di Sydney

Categorie:Terapie

Con tag:,