Complicanze varie/eventuali

#wdd2019 Soluzione “out of the box” per problemi della pelle dovuti alla tecnologia di monitoraggio del glucosio nei giovani con diabete di tipo 1: esperienza di vita reale con spray al fluticasone

L’uso di un sistema di monitoraggio continuo del glucosio (CGM) nella gestione del diabete di tipo 1 (T1D) può causare irritazione cutanea locale.

I ricercatori Unità di endocrinologia pediatrica, Centro medico Assaf Harofeh, Zerifin, Israele hanno effettuato questo studio per esaminare gli effetti della soluzione nasale acquosa di fluticasone propionato (nsFP), spruzzata localmente prima dell’inserimento del CGM tra i giovani con T1D.

Pubblicità e progresso

Questo è un rapporto di osservazione di una serie di casi, inclusi i dati di follow-up a 6 mesi di vita reale di un centro pediatrico per il diabete. A tutti i pazienti che soffrivano di irritazione cutanea locale a causa di adesivi CGM è stata offerta la prevenzione dall’irritazione cutanea spruzzando 2 sbuffi di nsFP sull’area della pelle prima dell’adesione del CGMS. I dati sono stati raccolti dai loro grafici dopo 6 mesi. Le misure di esito includevano la differenza nel grado di irritazione della pelle, il numero di giorni di utilizzo di CGM, BMI SDS, glucosio medio e HbA1c, prima dell’uso e durante 6 mesi dopo l’uso.

Dodici pazienti hanno utilizzato nsFP prima dell’inserimento del CGM, età media 8,6 ± 4,9 anni e 66,7% maschi. Dieci pazienti, di età media 6,1 anni (5,3-9,5) e 56% maschi, hanno continuato a utilizzare nsFP per una media di 0,56 ± 0,11 anni, senza recidive di irritazione locale o dermatite sullo stesso materiale adesivo. Nessuna differenza è stata trovata prima e dopo l’uso di nsFP in CGM significa glucosio 180 mg / dl (153-202) rispetto a 165 mg / dl (150-192). BMI SDS era leggermente superiore a 0,44 (- 0,9-1,2) rispetto a 0,25 (- 0,47-1,06), P = 0,05.

Questa descrizione su sito singolo su piccola scala di un semplice intervento di nsFP e di risultati favorevoli fornisce informazioni preziose per una soluzione semplice per irritazione della pelle e dermatite nella popolazione pediatrica con T1D.

Pubblicato in Acta Diabetologica il 8 novembre 2019.