Ricerca

Lingua virtuale

Un team internazionale di scienziati per creare una “lingua virtuale” per prevedere il gusto dei prodotti alimentari.

È in fase di sviluppo una “lingua virtuale” per prevedere il gusto dei prodotti alimentari.
L’Università di Granada partecipa al progetto VIRTUOUS, con un budget di 1,1 milioni di euro, che coinvolge istituzioni di quattro paesi europei.

Pubblicità

I ricercatori dell’Università di Granada (UGR) parteciperanno a VIRTUOUS, un progetto con un finanziamento di 1,1 milioni di euro da parte della Commissione europea. VIRTUOUS sta per “Linguaggio virtuale per predire il profilo organolettico degli ingredienti mediterranei e il loro effetto sull’omeostasi umana mediante una piattaforma multifisica computazionale integrata”, e il progetto viene consegnato come Marie Sklodowska Curie RISE (Scambio di personale di ricerca e innovazione) Azione del programma Orizzonte 2020.

VIRTUOUS, che è appena iniziato ed è coordinato dal Politecnico di Torino (Torino, Italia), riunisce le scienze agroalimentari e l’intelligenza artificiale. Mira a creare una “lingua virtuale”, mediante un quadro computazionale integrato, in grado di rilevare alimenti per ligandi naturali rivolti ai recettori del gusto.

“L’idea è quella di progettare un predittore di gusti che possa essere applicato ai prodotti alimentari europei, che è senza dubbio qualcosa che promuoverà il mercato alimentare europeo e si espanderà in tutto il mondo”, spiega la ricercatrice principale del progetto, Vanessa M. Martos Núñez, del Dipartimento di Fisiologia Vegetale di UGR.

All’iniziativa partecipano ricercatori di 9 istituzioni con sede in 4 paesi europei – Italia, Grecia, Spagna e Svizzera. Il coinvolgimento di UGR comprende il personale accademico della Facoltà di Scienze e della Facoltà di Farmacia, la Scuola di ingegneria informatica e delle telecomunicazioni (Jorge Casillas Barranquero) e il gruppo di degustazione multidisciplinare SEGE (guidato da María Luisa Lorenzo Tovar). Partecipano anche aziende del settore.

L’algoritmo intelligente proposto nel cuore di VIRTOUS, che si basa su tecniche di scoperta di farmaci combinate con algoritmi di big data, prevede il profilo organolettico di un alimento specifico in base alla sua composizione chimica.

Un progetto interdisciplinare

I risultati di questa ricerca faranno luce sui meccanismi che controllano il trasferimento di informazioni dal livello chimico – dove i componenti molecolari del cibo incontrano i recettori del gusto – a una cascata di eventi sopra-molecolari e cellulari, che si combinano in un complesso sensazione che contribuisce in modo significativo al profilo organolettico di un determinato prodotto alimentare.

L’equilibrio tra mondo accademico e industriale e la natura interdisciplinare del consorzio forniranno un quadro collaborativo e multidisciplinare per il progetto. La rilevanza del programma è stata identificata a livello europeo e globale, sia per il mondo accademico che per l’industria.

VIRTUOUS può anche essere considerato uno “strumento di progettazione assistita da computer” per la tecnologia alimentare dell’UE. Ad esempio, in base alla previsione del gusto, la piattaforma VIRTUOUS potrebbe essere utilizzata in futuro per prevedere i risultati dell’innesto per un’uva specifica o combinata con altre tecnologie per migliorare l’agricoltura di precisione.

Pubblicità