Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

La tecnologia indossabile potrebbe aiutare gli anziani con diabete tipo a gestirlo

Le persone anziane con diabete tipo 1 trarrebbero beneficio dall’uso di monitor per il glucosio indossabili, secondo una nuova ricerca dell’Università dell’East Anglia.

I dispositivi aiutano le persone con diabete a gestire le loro condizioni riducendo la necessità di esami del sangue tramite prelievo del sangue dalle dita. Ma mentre sono stati approvati dal SSN, principalmente per i giovani adulti, non sono universalmente disponibili.

Pubblicità e progresso

Un nuovo studio, condotto in collaborazione con il Norfolk and Norwich University Hospital (NNUH) e pubblicato oggi su BMJ Open, mostra che i dispositivi sarebbero particolarmente utili per le persone anziane con problemi di memoria .

La ricercatrice capo Katharina Mattishent, della Norwich Medical School della UEA, ha dichiarato: “Le persone anziane con problemi di memoria possono trovare più difficile tenere d’occhio la propria glicemia.

“I vecchi metodi di controllo degli zuccheri nel sangue si basano su persone che eseguono test con il prelievo del sangue capillare dalle dita.

“La tecnologia più recente funziona consentendo a un sensore inserito sotto la pelle sul braccio di rilevare costantemente le letture del glucosio per un massimo di due settimane senza dover eseguire test con le dita.

“Il sensore legge i livelli di zucchero e li trasmette in modalità wireless a un display su un lettore portatile tenuto vicino al sensore, un po ‘come scorrere una carta bancaria senza contatto.

“Il dispositivo è stato notoriamente utilizzato dall’ex primo ministro Theresa May, tra gli altri.

“Si stima che fino al 20% delle persone anziane con demenza abbia anche il diabete. È un grosso problema perché possono essere più inclini a bassi livelli di zuccheri nel sangue (ipoglicemia) dai loro farmaci, ma non riconoscendo i segnali di pericolo – o cosa fare fare se succede.

“Questo è il primo progetto per vedere se la nuova tecnologia indossabile di monitoraggio del glucosio potrebbe essere utile per le persone anziane con diabete e problemi di memoria”.

Il team di ricerca ha studiato se l’uso del sistema di monitoraggio del glucosio flash Freestyle Libre potesse aiutare le persone anziane con problemi di memoria a gestire il diabete.

Hanno testato il dispositivo con 12 partecipanti aventi problemi di memoria o con diagnosi di demenza. L’età media dei partecipanti era di 85 anni.

I dispositivi hanno acquisito dati per 14 giorni e il team di ricerca ha intervistato i partecipanti e i caregiver per vedere come sono andati avanti con l’utilizzo dei dispositivi.

Il prof. Yoon Loke, anch’egli della Norwich Medical School della UEA, ha dichiarato: “Il nostro studio ha scoperto che le persone anziane e i loro caregiver hanno scoperto in modo schiacciante come il dispositivo era accettabile da usare e rassicurante per poter controllare più facilmente i livelli glicemici .

“Non ha interferito con le loro attività quotidiane e non avevano fastidi con il dispositivo mentre dormivano di notte.

“I caregiver hanno parlato favorevolmente della semplicità del dispositivo. E tutti i partecipanti si sentivano di raccomodarlo ad altri diabetici anziani.

“Una delle badanti ha detto che è molto stressante dover regolarmente pungere le dita di suo marito per ottenere campioni di sangue. Aveva demenza e diabete e non riusciva a capire perché qualcuno avesse bisogno di ferirlo con un ago.

“In questo modo puoi vedere come qualcosa di semplice quale l’utilizzo di questo dispositivo potrebbe davvero giovare a questo gruppo vulnerabile di malati e ai loro accompagnatori.

“Un problema che abbiamo riscontrato, tuttavia, era che i dati registrati non erano sempre completi perché si basavano sul fatto che i partecipanti o i loro caregiver” eseguivano “tre scansioni al giorno. I dispositivi in ??tempo reale che registrano e inviano automaticamente i dati tramite Bluetooth possono quindi essere ancora più vantaggiosi per persone con problemi di memoria “, ha aggiunto.

La prof.ssa Ketan Dhatariya, consulente in Diabete ed Endocrinologia presso il Norfolk and Norwich University Hospital (NNUH), ha dichiarato: “Con il numero crescente di persone viventi con il diabete mentre invecchiano comporta che i modi tradizionali eseguiti debbano essere rivisitati .

“Questo lavoro aiuta nel viaggio con la malattia le persone anziane con deficit cognitivo e diabete a vivere una vita più sana e più sicura. È tempestivo anche in relazione alle nuove linee guida che si occupano della cura del diabete negli anziani fragili pubblicati dalla Joint British Diabetes Societies per le cure ospedaliere e anche un documento pubblicato da Diabetes UK che esamina la gestione degli anziani con diabete di tipo 1”.

James Pickett, responsabile della ricerca presso la Alzheimer’s Society, ha dichiarato: “Siamo lieti di vedere la nostra ricerca finanziata che dimostra i possibili benefici della tecnologia indossabile per alcune persone con diabete. Molte persone con demenza hanno altre condizioni di salute e gestendole insieme può essere impegnativo. È entusiasmante vedere che la tecnologia potrebbe far parte della risposta. Il prossimo passo è testare l’impatto in un gruppo più ampio di persone.

“I dispositivi che monitorano continuamente le persone con demenza potrebbero aiutare a tenerli fuori dall’ospedale, evitando inutili sofferenze e risparmiando denaro per il SSN. Mentre la ricerca di nuovi farmaci è vitale, studi come questo sono altrettanto cruciali, motivo per cui attualmente stiamo finanziando £15 milioni di sterline in ricerche sull’assistenza che potrebbero offrire un impatto più immediato sul miglioramento della salute e della qualità della vita “.

“Monitoraggio continuo del glucosio negli anziani con diabete e problemi di memoria: uno studio di fattibilità a metodi misti nel Regno Unito” è stato pubblicato sulla rivista BMJ Open il 19 novembre 2019.