Ricerca

Il rischio di progressione verso il diabete di tipo 1 è molto variabile nei soggetti con più autoanticorpi dopo lo screening

I bambini piccoli che sviluppano più autoanticorpi (mAb) hanno un rischio molto elevato di diabete di tipo 1. I ricercatori della Divisione di Endocrinologia pediatrica, Dipartimento di Pediatria, College of Medicine, Università della Florida, hanno valutato se anche una popolazione con mAb rilevati dallo screening presenta un rischio molto elevato e come varia il rischio in base all’età, al tipo di autoanticorpi e allo stato metabolico.

Pubblicità

Sono stati analizzati i partecipanti al percorso di prevenzione del diabete di tipo 1 con mAbs (n = 1815; età, 12,35 ± 9,39 anni; intervallo, 1-49 anni). Il rischio di diabete di tipo 1 è stato valutato in base all’età, al tipo / numero di autoanticorpi (autoanticorpi insulinici [IAA], autoanticorpi decarbossilasi dell’acido glutammico [GADA], autoanticorpi antigene-2 ??associati all’insulinoma [IA-2A] o autoanticorpi 8 del trasportatore di zinco [ZnT8A]) e Index60 (misura composita di peptide C a digiuno, 60 min di glucosio e 60 min di peptide C). In questo studio di coorte sono state utilizzate curve di regressione di Cox e di incidenza cumulativa.

L’età era inversamente proporzionale al rischio di diabete di tipo 1 nei soggetti con mAb (HR 0,97 [IC 95% 0,96, 0,99]). Tra i partecipanti con 2 autoanticorpi, quelli con GADA avevano meno rischi (HR 0,35 [IC 95% 0,22, 0,57]) e quelli con IA-2A avevano un rischio più elevato (HR 2,82 [IC 95% 1,76, 4,51]) di diabete di tipo 1. Quelli con IAA e GADA avevano solo il 17% di rischio a 5 anni di diabete di tipo 1. Il rischio era significativamente più basso per quelli con Index60 <1,0 (HR 0,23 [IC 95% 0,19, 0,30]) rispetto a quelli con valori Index60 ?1,0. Tra il 12% (225/1815) ?12,0 anni con positività GADA, negatività IA-2A e Index60 <1,0, il rischio a 5 anni di diabete di tipo 1 era dell’8%.

Il rischio di diabete di tipo 1 varia sostanzialmente in base all’età, al tipo di autoanticorpo e allo stato metabolico nei soggetti sottoposti a screening per mAb. Una percentuale apprezzabile di bambini più grandi e adulti con mAb sembra avere un basso rischio di progredire nel diabete di tipo 1 a 5 anni. Con questa conoscenza, gli studi clinici sulla prevenzione del diabete di tipo 1 si possono meglio indirizzare coloro che hanno maggiori probabilità di progredire verso la patologia.

Pubblicato in Diabetologia il 25 novembre 2019.

Pubblicità