Diritti e rovesci

Diabete e mercato del lavoro: un indagine danese

Aumento del rischio di assenza di malattia a lungo termine, minor tasso di ritorno al lavoro e rischio più elevato di pensione di invalidità tra le persone con diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2: uno studio di coorte retrospettivo danese con follow-up fino a 17 anni.

Un gruppo di ricercatori del Steno Diabetes Center Copenhagen, Gentofte e Centro nazionale di ricerca per l’ambiente di lavoro, Copenaghen, Danimarca ib collaborazione con l’Optum Patient Insights, Eden Prairie, MN, USA, hanno Valutato i risultati del mercato del lavoro nel diabete di tipo 1 o di tipo 2.

Pubblicità e progresso

Individui con diabete di tipo 1 (n = 431) e di tipo 2 (n = 4047) sono stati identificati nei registri nazionali danesi dal 1994 al 2011 e confrontati con soggetti senza diabete (n = 101 295). I rischi proporzionali di Cox multi-stato analizzano i rapporti di rischio stimati (HR) con intervalli di confidenza al 95% (IC) per le transizioni tra lavoro, assenza di malattia, disoccupazione e pensione di invalidità.

Si è osservato un aumento significativamente più elevato di assenza di malattia nel diabete di tipo 1 (donne: 1,34, IC 95% 1,12-1,62; uomini: 1,43, 1,01-2,03) e diabete di tipo 2 (donne: 1,46, IC 95% 1,35-1,58; uomini: 1,64, 1,46-1,85) rispetto alle persone senza diabete. La FC della disoccupazione era più alta per gli uomini con diabete di tipo 1 (1,25, IC 95% 1,01-1,53) e le donne con diabete di tipo 2 (1,09, IC 95% 1,03-1,16) e gli uomini con diabete di tipo 2 (1,17, IC 95% 1,08 -1,27). L’HR della pensione di invalidità era più elevato nel diabete di tipo 1(donne: 1,90, IC 95% 1,46-2,46; uomini: 2,09, 1,38-3,18) e diabete di tipo 2 (donne: 1,78, IC 95% 1,62-1,96; uomini: 2,11, 1,86-2,40). Solo le donne con diabete di tipo 2 avevano meno probabilità di tornare al lavoro in caso di assenza di malattia (HR 0,91, IC 95% 0,86-0,98) o disoccupazione (0,89, IC 95% 0,85-0,94). Non sono state trovate differenze significative tra i due tipi di diabete. I rapporti di rischio per il diabete riguardanti la disoccupazione, l’assenza di malattia mentre i disoccupati e la pensione di invalidità erano significativamente più alti per gli uomini che per le donne.

Sia il diabete di tipo 1 che quello di tipo 2 incidono sugli esiti del mercato del lavoro, ma studi futuri dovrebbero anche considerare la comorbidità e il gradiente sociale per avere un riscontro più organico.

Pubblicato in Diabetic Medicine del 6 dicembre 2019.

Categorie:Diritti e rovesci

Con tag:,