Equilibrio

Le persone che vivono con il diabete di tipo 2 vogliono informazioni ed empatia dai loro medici più che nuovi farmaci

Una nuova ricerca sui consumatori tra le persone affette da diabete di tipo 2 rivela ciò che i pazienti desiderano dai loro medici e in che modo la condizione influisce sulla loro qualità di vita. Lo studio è stato condotto da MyHealthTeams con membri di DiabetesTeam, il social network per le persone affette da diabete.

La nuova ricerca sui consumatori di MyHealthTeams rivela le priorità dei pazienti.

SAN FRANCISCO , 10 dicembre 2019 –  MyHealthTeams , ideatore della più grande rete social in campo sociosanitario per le persone affette da patologie croniche negli USA, ha svelato oggi nuove ricerche condotte tra gli oltre 100.000 membri registrati di DiabetesTeam, il social network per le persone affette da diabete di tipo 2. La maggioranza (59%) degli intervistati afferma di non essere soddisfatta o solo in qualche modo soddisfatta del loro trattamento attuale. Tuttavia, quando gli è stato chiesto cosa desiderassero di più dal proprio medico, solo il 6% ha dichiarato “nuovi trattamenti”. Più di 7 volte il maggior numero di intervistati ha dato la priorità al desiderio del proprio endocrinologo di fornire “maggiori informazioni” sui cambiamenti di stile di vita raccomandati (22%) e “ascolto e comprensione” sulle sfide nella gestione del diabete (21%).

Pubblicità e progresso

Una nuova ricerca sui consumatori tra le persone affette da diabete di tipo 2 rivela ciò che i pazienti desiderano dai loro medici e in che modo la condizione influisce sulla loro qualità di vita. Lo studio è stato condotto da MyHealthTeams con membri di DiabetesTeam, il social network per le persone affette da diabete.

Il problema non è la mancanza di comprensione dell’importanza dei cambiamenti nello stile di vita. Il divario sta nel trovare consigli pratici per adottare con successo i cambiamenti dello stile di vita – specialmente nel contesto della gestione dell’impatto che ha il diabete ad ampio raggio sulla vita quotidiana. MyHealthTeams ha identificato due aree chiave in cui le persone con diabete sanno di voler migliorare, ma non sono sicure su cosa fare o come iniziare:

  • Dieta: il 74% degli intervistati afferma di comprendere l’importanza di una dieta sana, ma la maggior parte non sa come modificare efficacemente le proprie abitudini alimentari. Vogliono consigli pratici sugli alimenti da mangiare, ricette da provare e liste della spesa da seguire. Questo è raramente offerto nello studio medico.
  • Esercizio: il59% comprende l’importanza dell’esercizio, ma il 46% riferisce che le loro condizioni rendono difficile l’esercizio e non sono sicuri di come iniziare. Vogliono consigli specifici dai loro medici su come iniziare a esercitarsi, anche mentre affrontano il dolore e la fatica che spesso accompagnano il diabete.

Impatto sulla qualità della vita

Oltre alla glicemia alta, le persone con diabete di tipo 2 riferiscono di aver sperimentato una vasta gamma di sintomi della malattia nell’ultimo anno, tra cui:

  • Affaticamento (65%)
  • Intorpidimento (53%)
  • Minzione frequente (52%)
  • Prurito (46%)
  • Piedi Secchi (44%)
  • Sete intensa (38%)
  • Neuropatia (31%)

L’impatto del diabete sulla vita quotidiana è significativo, con gli intervistati che segnalano le principali sfide tra cui:

  • Difficoltà a dormire la notte (51%)
  • Depressione / ansia (45%)
  • Difficoltà ad essere sessualmente attivi (43%)
  • Lavori domestici difficili (41%)
  • Interferisce con la vita sociale (33%)

“Ciò che è chiaro: la gestione della glicemia è solo un pezzo del puzzle del diabete e le persone che vivono con questa condizione si destreggiano molto”, ha affermato Eric Peacock , cofondatore e CEO di MyHealthTeams. “L’invito all’azione in tutto l’ecosistema sanitario è di fornire ai consumatori informazioni e supporto per agire come loro sostenitori della salute in questo contesto. Le persone hanno bisogno di consigli pratici ed empatia emotiva. Si tratta di molto più che di medicine.”

Questa ricerca è stata condotta tra gli oltre 100.000 membri registrati di DiabetesTeam. 478 persone hanno risposto al sondaggio online. I risultati completi del sondaggio sono disponibili su https://www.diabetesteam.com/resources/the-results-are-in-what-people-with-type-2-diabetes-want-most-from-their-doctors-is- informazioni-non-nuovi-trattamenti .

Categorie:Equilibrio

Con tag:,