Terapie

L’American Diabetes Association annuncia nuove linee guida e raccomandazioni basate sull’evidenza

Malattie cardiovascolari, tecnologia e cure personalizzate evidenziate negli standard ADA 2020 per le cure mediche nel diabete.

Importante aggiornamento delgli standard di cura per il diabete, con particolare riferimento per le tecnologie terapeutiche applicate al diabete tipo 1 e le fascia anziana della popolazione diabetica con diabete tipo 1.

Pubblicità e progresso

ARLINGTON, Va. , 20 dic.2019  Un messaggio forte e ricorrente di individualizzazione dell’assistenza ai pazienti è ripreso in tutti gli Standard of Medical Care in Diabetes — 2020 ( Standards of Care ) dell’American Diabetes Association pubblicati oggi. Sulla base delle più recenti ricerche scientifiche sul diabete e studi clinici, gli standard di cura includono raccomandazioni e linee guida nuove e aggiornate per la cura delle persone con diabete. Gli standard dell’assistenza medica nel diabete — 2020 include figure e tabelle semplificate che guidano più facilmente i fornitori attraverso opzioni di trattamento e raccomandazioni personalizzate per il trattamento delle malattie cardiovascolari in base alle condizioni preesistenti dei pazienti. Considerazioni speciali per gli adulti più anziani con diabete di tipo 1 sono state aggiunte anche per affrontare il trattamento di questa popolazione in crescita, così come raccomandazioni riviste e ulteriori prove a sostegno dell’uso della tecnologia del diabete in rapida evoluzione.  

È  stato inoltre pubblicato l’ aggiornamento del 2019 per la gestione dell’iperglicemia nel diabete di tipo 2, 2018. È stato anche pubblicato un rapporto di consenso dell’American Diabetes Association (ADA) e dell’Associazione europea per lo studio del diabete (EASD) che include informazioni complementari sul trattamento del tipo 2 il diabete si basa su importanti risultati della ricerca di grandi risultati sugli esiti cardiovascolari pubblicati nel 2019 ed è stato incorporato negli Standard di cura — 2020 .

The Standards of Medical Care in Diabetes — 2020  fornisce le ultime raccomandazioni complete e basate sull’evidenza per la diagnosi e il trattamento di bambini e adulti con diabete di tipo 1, tipo 2 o gestazionale, strategie per la prevenzione o il ritardo del diabete di tipo 2, e approcci terapeutici che possono ridurre le complicanze, mitigare il rischio cardiovascolare e renale e migliorare i risultati sulla salute. The Standards of Care è disponibile online oggi, 20 dicembre 2019 , alle 14:00 ET su https: ///care.diabetesjournals.org ed è pubblicato come supplemento al numero di gennaio 2020 di Diabetes Care .

Alcuni importanti aggiornamenti e aggiunte agli standard delle cure mediche nel diabete — 2020  includono:

Malattie cardiovascolari nel diabete

  • Le raccomandazioni per il trattamento delle malattie cardiovascolari, che sono la principale causa di morbilità e mortalità per le persone con diabete, sono state ora personalizzate in base ai rischi dei pazienti, inclusa la presenza di malattie cardiovascolari aterosclerotiche (ASCVD) o ASCVD, malattie renali diabetiche o insufficienza cardiaca (Sezione 10, pagina S122-123, Raccomandazioni 10.43A. 10.43B e 10.43C) .
  • L’uso di inibitori SGLT2 e agonisti del recettore del GLP-1 in pazienti con o ad alto rischio di malattie cardiovascolari, malattie renali o insufficienza cardiaca è ora raccomandato indipendentemente dall’attuale target A1C o A1C dei pazienti.

Aggiornamenti farmacologici

  • La Figura 9.2 è stata semplificata per guidare più facilmente i fornitori attraverso l’intensificazione delle terapie iniettabili per abbassare il glucosio (Sezione 9, pagina S104) .
  • La semaglutide orale, approvata dalla FDA a settembre 2019 , è ora inclusa nella discussione sulle terapie combinate (Sezione 9, pagina S105) .
  • La raccomandazione 11.3 è stata modificata per fornire maggiori dettagli sull’uso degli inibitori SGLT2 e degli agonisti del recettore del GLP-1 in pazienti con diabete di tipo 2 e nefropatia diabetica (Sezione 11, pagina S135, Raccomandazione 11.3) .
  • Per via dell’approvazione FDA di liraglutide nei bambini di età pari o superiore a 10 anni, è stata aggiunta una nuova raccomandazione alla gestione farmacologica delle informazioni sul diabete di tipo 2 nella sezione “Bambini e adolescenti” (Sezione 13, pagina S172, Raccomandazione 13.67) .

Obiettivi glicemici

  • Sulla base della pubblicazione del 2019 ” Obiettivi clinici per il monitoraggio continuo del glucosio Interpretazione dei dati: raccomandazioni dal consenso internazionale sul tempo nell’intervallo “, sono state aggiunte nuove raccomandazioni sull’uso di un rapporto sul profilo del glucosio ambulatoriale (AGP) e sull’intervallo di tempo per la valutazione glicemica gestione (sezione 8, pagina S68, raccomandazioni 6.4 e 6.5) . Inoltre, è stato aggiunto un esempio di un rapporto AGP ( Sezione 6, pagina S69, Figura 6.1) .
  • La tabella 6.1 è stata aggiornata per riflettere una tabella di glucosio media stimata semplificata (Sezione 6, pagina S67) e sono stati aggiunti glucagone intranasale e soluzione di glucagone per iniezione sottocutanea nella sezione “Ipoglicemia” per via della recente approvazione della FDA dei farmaci (Sezione 6, pagina S73) .

Personalizzare la cura del paziente

  • Con il miglioramento della gestione del diabete, le persone con diabete di tipo 1 vivono più a lungo; pertanto, vi è una sottosezione appena aggiunta all’interno della Sezione 12 incentrata su considerazioni speciali per gli anziani con diabete di tipo 1 (Sezione 12, pagina S158) .
  • La sezione “Gestione dello stile di vita” precedentemente denominata è stata modificata in “Facilitare il cambiamento di comportamento e il benessere per migliorare gli esiti sanitari”, per enfatizzare meglio l’efficacia della gestione del comportamento e del benessere psicologico alla base del raggiungimento degli obiettivi terapeutici per le persone con diabete (Sezione 5 , pagine S48 – S65) .
  • Sulla base di un nuovo rapporto di consenso, ” Terapia nutrizionale per adulti con diabete o prediabete: un rapporto di consenso “, le informazioni “Interventi sullo stile di vita” nella sezione 3 sono state aggiornate e una nuova raccomandazione è stata aggiunta per riconoscere che una varietà di modelli alimentari sono accettabile per le persone con prediabete (Sezione 3, pagina S33, Raccomandazione 3.3) . Inoltre, le informazioni sulla “Terapia nutrizionale” all’interno della Sezione 5 riflettono gli aggiornamenti basati sul rapporto di consenso (Sezione 5, pagine S50 – S54) .
  • A causa del campo in rapida evoluzione della tecnologia del diabete, la sezione “Tecnologia del diabete” è stata riorganizzata e le raccomandazioni all’interno della sezione sono state riviste con l’accento sul fatto che non esiste un approccio “unico per tutti” per l’uso della tecnologia nelle persone con diabete (Sezione 7, pagine S77 – S88) .
  • Ulteriori informazioni sono state aggiunte alla sezione “Prevenzione o ritardo del diabete di tipo 2” per quanto riguarda la riduzione del rischio che alcuni gruppi hanno sperimentato con l’uso di metformina, come indicato dai dati di follow-up di 15 anni dello studio sugli esiti del programma di prevenzione del diabete (sezione 3, pagine S34) .

Gli aggiornamenti degli Standard di cura sono stabiliti e rivisti dal Comitato di Pratica Professionale  (PPC) dell’ADA . Il comitato è un team multidisciplinare di 16 importanti esperti statunitensi nel campo della cura del diabete e comprende medici, educatori del diabete, dietologi registrati e altri la cui esperienza include endocrinologia per adulti e pediatrica, epidemiologia, sanità pubblica, gestione del rischio cardiovascolare, complicanze microvascolari, preconcetto e cure per la gravidanza, gestione del peso e prevenzione del diabete e uso della tecnologia nella gestione del diabete. Due rappresentanti designati dell’American College of Cardiology (ACC) hanno esaminato e fornito feedback sulla sezione “Malattie cardiovascolari e gestione dei rischi”, e questa sezione ha ricevuto l’approvazione da ACC.

“L’American Diabetes Association ha sviluppato e fornito standard di assistenza per il diabete, linee guida e documenti correlati dal 1989, e le sue raccomandazioni sulla pratica clinica sono risorse integrali per gli operatori sanitari”, ha dichiarato il presidente della PPC Joshua J. Neumiller , PharmD , CDE, FASCP, Vicepresidente e Allen I. White Distinguished Associate Professor of Pharmacotherapy presso la Washington State University . “Mentre i metodi di ricerca e cura del diabete continuano ad evolversi, anche le raccomandazioni e le linee guida cliniche stabilite dall’ADA. Attraverso gli standard di cura, gli standard di vitae altri strumenti supplementari, l’ADA e il suo comitato di prassi professionali si impegnano a garantire che fornitori di assistenza, pazienti, ricercatori, piani sanitari e responsabili politici siano al passo con le componenti più attuali e orientate alla ricerca della cura del diabete. “

La versione online degli Standard di cura o degli  Standard di vita  continuerà ad essere annotata in tempo reale con gli aggiornamenti necessari se nuove prove o modifiche normative meritano l’immediata integrazione attraverso il processo di Standard di cura viventi . L’ADA pubblica inoltre  annualmente gli Standard di cura abbreviati per i fornitori di cure primarie nel suo diario, Clinical Diabetes , e offre una comoda app Standards of Care   e un diagramma tascabile Standards of Care . Altre risorse relative agli standard di cura , tra cui un webcast  con crediti di formazione continua e una piena slide deck , è disponibile su DiabetesPro.

Categorie:Terapie

Con tag:,,,