Equilibrio

Associazione tra disturbi del sonno, paura dell’ipoglicemia e benessere psicologico negli adulti con diabete mellito di tipo 1

Associazione tra disturbi del sonno, paura dell’ipoglicemia e benessere psicologico negli adulti con diabete mellito di tipo 1, dati provenienti dallo studio trasversale VARDIA

Per valutare la relazione tra qualità del sonno, paura dell’ipoglicemia, variabilità glicemica e benessere psicologico nel diabete mellito di tipo 1 è stato condotto uno studio da un panel di ricercatori francesi capeggiato dal Institut MITOVASC, UMR Université d’Angers e dal Dipartimento del diabete, CHU d’Angers, 4 rue Larrey, 49100 Francia

Pubblicità e progresso

I dati sono stati forniti dallo studio VARDIA, uno studio multicentrico trasversale condotto tra giugno e dicembre 2015. Le caratteristiche del sonno sono state valutate dall’indice di qualità del sonno di Pittsburgh (PSQI). La paura dell’ipoglicemia e il benessere psicologico sono stati misurati con l’ipoglicemia Fear Survey versione II (HFS-II) e la scala dell’ansia e della depressione ospedaliera (HADS), rispettivamente. La variabilità glicemica (GV) è stata determinata utilizzando il CV di tre profili glicemici di automonitoraggio a 7 punti e l’ampiezza media dell’escursione glicemica (MAGE).

315 pazienti erano eleggibili per l’analisi del questionario PSQI: 54% donne, età media 47 ± 15, durata media del diabete di 24 ± 13 anni, HbA1c del 7,6 ± 0,9% (60 ± 7,5mmol / mol). Il punteggio PSQI medio era di 6,0 ± 3,3 e il 59,8% dei pazienti aveva un punteggio PSQI> 5. Il punteggio HFS-II e HADS erano significativamente più alti tra i dormienti “poveri” (p <0,0001) e il punteggio PSQI era positivamente associato con HADS (? = 0,22; IC al 95% = 0,08; 0,35). GV valutato da CV o MAGE non differiva tra dormienti “poveri” e “buoni” (p = 0,28 e 0,54, rispettivamente).

I pazienti adulti con diabete di tipo 1 hanno disturbi del sonno correlati al benessere psicologico. Questo studio suggerisce che la gestione psicologica può essere un obiettivo per migliorare la qualità del sonno negli adulti con diabete mellito di tipo 1.

Studio pubblicato sulla rivista Diabetes Research and Clinical Practice del 23 dicembre 2019.