Complicanze varie/eventuali

Il trattamento della malattia orale potrebbe comportare risparmi sui costi relativi al diabete

Fornire un trattamento parodontale non chirurgico a pazienti con diabete e parodontite può ridurre significativamente la perdita dei denti e le malattie microvascolari legate al diabete attraverso un migliore controllo glicemico, secondo uno studio pubblicato online il 27 dicembre su Diabetes Care.

Sung Eun Choi, Ph.D., della Harvard School of Dental Medicine di Boston, e colleghi hanno costruito un modello di microsimulazione per valutare il rapporto costo-efficacia dell’espansione della copertura del trattamento parodontale tra i pazienti con diabete. Gli input del modello sono stati derivati ??dal National Health and Nutrition Examination Survey degli Stati Uniti (2009-2014).

I ricercatori hanno scoperto che l’estensione della copertura del trattamento parodontale tra i pazienti con diabete e parodontite eviterebbe la perdita dei denti del 34,1 percento e le malattie microvascolari del 20,5 percento per la nefropatia, il 17,7 percento per la neuropatia e il 19,2 percento per la retinopatia. Dal punto di vista sanitario, fornire un trattamento parodontale porterebbe a un risparmio netto totale di $ 5.904, con un guadagno stimato di 0,6 anni di vita pro capite adeguati alla qualità.

“Incoraggiare i pazienti con diabete  e cattive condizioni di salute orale a ricevere un trattamento parodontale migliorerebbe i risultati sulla salute e sarebbe comunque un risparmio sui costi o economico”, scrivono gli autori.