Educazione

Lo sviluppo dell’app My Care Hub per telefoni cellulari per supportare l’autogestione negli australiani con diabete di tipo 1 o di tipo 2

La non aderenza all’autogestione costituisce un grave rischio per le complicanze del diabete. Gli interventi di cambiamento comportamentale su base digitale hanno il potenziale per fornire istruzione e motivare gli utenti a impegnarsi regolarmente nell’autogestione del diabete.  

Pubblicità

Questo documento scaturito da una ricerca sviluppata dal College of Medicine and Dentistry, James Cook University, Townsville, Australia descrive lo sviluppo dell’applicazione (app) per telefoni cellulari My Care Hub volta a supportare l’autogestione nelle persone con diabete di tipo 1 o di tipo 2.

Lo sviluppo di My Care Hub ha comportato un processo completo di identificazione dei cambiamenti comportamentali, esigenze degli utenti finali, consenso degli esperti, sicurezza dei dati e considerazioni sulla privacy. La traduzione dell’app è stata un processo altamente iterativo accompagnato da test di usabilità e modifica del design. Il processo di sviluppo dell’app includeva: (1) selezione della strategia di modifica del comportamento; (2) coinvolgimento degli utenti; (3) partecipazione consultiva di esperti; (4) sicurezza dei dati e considerazioni sulla privacy; (5) creazione del design e traduzione dell’output in un’app per smartphone e (6) due test di usabilità della versione del prototipo dell’app.

Le funzionalità dell’app includono la documentazione delle attività di autogestione, analisi, messaggi personalizzati e generalizzati per l’autogestione del diabete e componenti di carboidrati di alimenti comuni in Australia.

Dodici intervistati hanno fornito feedback sull’usabilità dell’app. Inizialmente, una semplificazione delle funzionalità di documentazione dell’app è stata identificata come una necessità per migliorare l’usabilità. Nel complesso, i risultati hanno indicato un buon tasso di soddisfazione degli utenti. messaggi personalizzati e generalizzati per l’autogestione del diabete e componenti di carboidrati di alimenti comuni in Australia.

Nel complesso, i risultati hanno indicato un buon tasso di soddisfazione degli utenti.

La ricerca è pubblicata sulla rivista Scientific Report del 8 gennaio 2019 (full text)

Pubblicità

Categorie:Educazione, Tecno, Terapie

Con tag:,