Complicanze varie/eventuali

I marcatori del turnover osseo sono diminuiti nei bambini con diabete di tipo 1

Una coorte di bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 presentava marcatori di formazione ossea e riassorbimento osseo che erano significativamente diminuiti rispetto ai bambini senza diabete, indipendentemente dalla durata del diabete e dalle fasi di Tanner, secondo i risultati pubblicati in Pediatric Diabetes.

Pubblicità

“Il messaggio che porta a casa lo studio è che il turnover osseo è alterato nei bambini e negli adolescenti con diabete di tipo 1 e gli esiti metabolici sotto forma di HbA1c sono associati a marcatori di riassorbimento osseo”, Jens Otto Broby Madsen, MD, PhD, del dipartimento di pediatria e medicina per adolescenti all’ospedale di Herlev, in Danimarca, ha affermato. “Questa associazione è una potenziale spiegazione della scoperta comune della diminuzione della densità minerale ossea tra gli adulti con diabete di tipo 1 ed è stata anche ipotizzata come la causa dell’alterata microarchitettura trovata in recenti studi su bambini e adolescenti.”

Madsen e colleghi hanno analizzato i dati di 173 bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 (47% ragazze; età media, 14 anni; durata del diabete mediana, 3,5 anni) reclutati dalla clinica ambulatoriale del diabete presso l’ospedale universitario di Herlev. I bambini sono stati sottoposti a misurazioni della BMD tramite DXA e hanno fornito campioni di sangue per le misurazioni di marcatori di turnover ossei selezionati tra cui osteocalcina, propeptide N-terminale (P1NP) di tipo 1 procollagen e telopeptide C-terminale di collagene di tipo 1 (CTX). I ricercatori hanno usato come riferimento nuovi dati provenienti da 1.410 campioni di bambini sani in età scolare danese. I bambini sono stati stratificati in base alla durata del diabete (1-2 anni, 2-3 anni, 3-5 anni, 5-7 anni, 7-9 anni e più di 9 anni) e i marcatori di turnover osseo sono stati confrontati tra i gruppi di durata usando uno- analisi dei modelli di varianza, durata del diabete e BMD.

I ricercatori hanno scoperto che i punteggi z medi per osteocalcina e P1NP erano rispettivamente di –0,68 e –0,33, entrambi inferiori alla popolazione di riferimento ( P < .001). Allo stesso modo, CTX è stato ridotto rispetto alla popolazione di riferimento, con un punteggio z medio di –0,43 ( P < .001). Non c’erano associazioni tra i marker di turnover osseo e la durata del diabete.

I ricercatori hanno anche scoperto che il punteggio BMD z era comparabile con la popolazione di riferimento e non era associato ai marcatori di turnover osseo individuali. Tuttavia, il punteggio CTX z è stato associato negativamente con HbA1c (P = .007) indipendentemente dai cambiamenti nell’esposizione all’insulina.

“La riduzione dei marker di turnover osseo potrebbe essere il primo avvertimento di un effetto negativo del diabete di tipo 1 sulla salute delle ossa”, ha affermato Madsen. “I marcatori del turnover osseo potrebbero essere un modo per selezionare i primi cambiamenti, predittivi e che possono essere visti dalle scansioni DXA.” 

Pubblicità