Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Impatto sul benessere percepito dai caregiver di bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 a seguito dell’uso di sistemi interstiziali di misurazione del glucosio

Pubblicità e progresso
Pubblicità e progresso

Il diabete mellito di tipo 1 (DM-1) è una delle malattie croniche dell’infanzia più comuni ed è essenziale ottimizzare il controllo glicemico per evitare complicazioni. Per anni, i sistemi di misurazione del glucosio interstiziale (sistemi MGI) sono stati tra le nuove tecnologie all’avanguardia della cura di sé.

Pubblicità e progresso

Determinare l’impatto sul benessere dei caregiver di pazienti con diabete mellito di tipo 1 di età inferiore ai 18 anni, controllati presso un’unità di diabete pediatrico di un ospedale di terzo livello, dell’uso dei sistemi MGI.

Questo è stato uno studio di coorte osservativo, descrittivo e analitico basato su un questionario compilato dai caregiver dei pazienti, nonché dalla storia clinica del paziente.

C’erano 120 partecipanti (55,5% maschi), con un’età media di 13,20 +/- 3,71 anni e un’emoglobina glicosilata media (HbA1c) 7,36% + / – 0,90. Il 52,5% del campione ha utilizzato sistemi MGI. I caregiver dei pazienti che utilizzano i sistemi MGI hanno mostrato punteggi significativamente più alti (p <.05) per quanto riguarda il benessere, rispetto ai caregiver dei pazienti che non utilizzano questa tecnologia. Nel primo, è stato osservato un miglioramento significativo (p <.05) in queste variabili rispetto ai valori prima dell’inizio del loro uso.

L’uso dei sistemi MGI per l’autogestione del diabete nello studio ha portato a un maggiore senso di benessere da parte dei caregiver rispetto a prima della loro introduzione, nonché rispetto a coloro che hanno continuato a eseguire misurazioni utilizzando i capillari nei controlli giornalieri delleglicemie.

Studio condotto dalla Unidad de Endocrinología Pediátrica, Servicio de Pediatría, Hospital Universitario Miguel Servet, Saragozza, Spagna.

Pubblicato in Endocrinología, Diabetes y Nutrición del 26 febbraio 2020

Pubblicità e progresso