Tecno

Tendenze secolari nella tecnologia delle comunicazioni dell’informazione: accesso, uso e atteggiamenti di pazienti giovani e anziani con diabete

I progressi nella tecnologia delle comunicazioni informatiche (TIC) offrono opportunità per migliorare la cura del diabete. La conoscenza delle modalità di comunicazione più accettabili nei pazienti di età diverse aiuterà a informare/formare la direzione delle innovazioni future.

E’ stato condotto presso il Royal Prince Alfred Hospital Diabetes Center un sondaggio TIC anonimo (che esamina l’accesso e l’uso di telefoni cellulari, computer, tablet e Internet e atteggiamenti nei confronti della posta elettronica, consultazioni basate sul Web e supporto tra pari online) a Sydney, in Australia. La distribuzione dell’indagine si è verificata durante i periodi di 4 mesi nel 2012 e nel 2017. Gli intervistati sono stati stratificati in base all’età attuale (<40 o ?40 anni).

Un totale di 614 pazienti non selezionati (20% con diabete di tipo 1, 55% con diabete di tipo 2, 13% con diabete mellito gestazionale e 12% con diabete di tipo non divulgato) hanno completato il sondaggio. L’accesso alle TIC è aumentato dall’89% nel 2012 al 97% nel 2017. Il dispositivo più comunemente usato era un telefono cellulare (proprietà dell’87% nel 2017). L’aumento dell’utilizzo di Internet mobile nel sottogruppo di età <40 anni è stato significativo ( P = 0,04). Aumenti significativi dell’accesso a Internet e dell’uso delle funzionalità dello smartphone sono stati osservati in pazienti di età ?40 anni ( P?0,001 per tutti). L’utilizzo complessivo del servizio di messaggistica breve (SMS o SMS) è stato elevato (rispettivamente 90 e 80% per età <40 e ?40 anni). L’uso delle applicazioni digitali è stato basso, anche tra i giovani (45% nel 2017). Anche il comfort con le consultazioni online (40%) e i gruppi di supporto (32%) era basso.

L’accesso e l’accettazione e l’uso delle TIC sono elevati, specialmente in quelli di età <40 anni; tuttavia, i maggiori aumenti sono stati osservati in soggetti di età ?40 anni. Un’elevata penetrazione dei telefoni cellulari e messaggi di testo in tutte le fasce di età suggerirebbe come le innovazioni che coinvolgono una piattaforma SMS hanno il massimo potenziale per migliorare la cura del diabete.

Studio pubblicato in Diabetes Spectrum di febbraio 2020.