Tecno

La salute è d’ordinanza

Venerdì scorso ho messo in “onda” un podcast di commento al comunicato stampa delle società scientifiche di diabetologia, rivolto alla Conferenza della Regioni, per avviare in tutto il territorio nazionale il teleconsulto (telemedicina) per fronte all’emergenza da coronavirus.

Mi auguro che la pandemia possa venire sconfitta, e con lo sforzo di tutti, nel più breve tempo possibile. Come mi auguro che questa fase una volta passata non faccia cadere nel dimenticatoio i problemi inevasi e irrisolti della sanità, a cominciare dall’annoso questione della mancanza di personale sanitario, di investimento di denari per la ricerca.

Pubblicità

E sui disastri, sia da calamità naturali che di natura sanitario i poteri e l’organizzazione vengano diretti e organizzati dallo Stato centrale. Non è accettabile che situazioni simili vedano la gestione dispositiva, a colpi di una ordinanza e DPCM, Decreto al giorno a livello di Governo centrale e delle regioni (22 di numero in quanto le provincie autonome di Bolzano e Trento di fatto hanno i poteri delle regioni), dove, alla fine, non ci si capisce più una mazza.

Un fatto ha messo in luce questa emergenza: la mancanza di una comunicazione pubblica semplice, chiara, essenziale e persuasiva, a fronte dei milioni di opinionisti da tastiera (tra giornalista e animatori, influencer dei social) e da sedicenti rappresentanti della politica che solo due anni fa sostenevano i novax e adesso te li ritrovi sul lato opposto.

E per chiudere il commento domenicale un ultimo passaggio sulla telemedicina: va bene, se la metteranno in atto sul tutto il territorio, per il governo clinico della patologia diabetica che in buona parte si base su dati glicemici e parametri di laboratorio, ma una volta passata la nottata da coronavirus si deve stabilizzare il processo, e non lasciare la cosa solo in mano alle società scientifiche e di digital health, ma consultando i rappresentati dei pazienti cogenti e formati sulla materia. Facciamoci un appunto e conserviamo la memoria, 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.