Terapie

Gli antibiotici nel primo anno di vita possono aumentare il rischio di T1DM entro i 10 anni

Pubblicità

antibioticsi

Le prescrizioni di antibiotici nel primo anno di vita sono associate ad un aumentato rischio di diabete di tipo 1 durante l’infanzia, secondo uno studio pubblicato online il 4 marzo su Diabetes Care .

La dottoressa Mona-Lisa Wernroth, dell’Università di Uppsala in Svezia, e colleghi hanno valutato l’effetto del trattamento antibiotico nella prima infanzia sul rischio di diabete di tipo 1 utilizzando i dati di 797.318 bambini singleton nati in Svezia tra il 1 ° luglio 2005 e il 30 settembre 2013 , con follow-up fino al 2014 (mediana, 4 anni).

Pubblicità

I ricercatori hanno scoperto che il diabete di tipo 1 si è sviluppato in 1.297 bambini durante il follow-up. Vi è stato un aumento del rischio di diabete di tipo 1 associato agli antibiotici prescritti nel primo anno di vita (23,8 per cento; percentuale di rischio aggiustata [HR], 1,19). L’effetto era maggiore tra i bambini portati dal taglio cesareo (P per interazione = 0,016). L’esposizione agli antibiotici utilizzati principalmente per il trattamento dell’otite media acuta e delle infezioni del tratto respiratorio ha guidato l’associazione. C’era anche un’associazione tra le prescrizioni di antibiotici in gravidanza (22,5 per cento) e il diabete di tipo 1 (HR aggiustato, 1,15; intervallo di confidenza al 95 per cento, da 1,00 a 1,32).

“Il rischio assoluto è basso, tuttavia, e gli antibiotici possono dare un piccolo contributo al rischio complessivo di diabete di tipo 1 prima dei 10 anni”, scrivono gli autori.