Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Diabete tipo 1, insulina e dintorni

Passiamo in rassegna una serie di articoli di studio che riguardano il diabete tipo 1 con esordio in età pediatrica e che affrontano le tendenze di crescita della patologia, alcune problematiche relative alla farmacocinetica dell’insulina e alle tecnologia a supporto nella gestione della terapia.

Aggiornamento sulle tendenze mondiali nella frequenza del diabete di tipo 1 nell’infanzia nel 2020.

I dati epidemiologici sul diabete pediatrico di tipo 1 (T1D), quale principale incidenza, sono diventati sempre più disponibili dalla seconda metà del 20 ° secolo. I dati comparativi sull’incidenza tra le popolazioni sono stati ottenuti solo dagli anni ’80. 

L’Atlante IDF 2019 fornisce stime sull’incidenza, la prevalenza e la mortalità del T1D per i bambini <15 anni per tutti i 211 paesi, ma i dati effettivi restano disponibili solo per 94 paesi (solo 3 a basso reddito). I casi prevalenti stimati sono stati 600.900 e casi incidenti 98.200. 

L’incidenza rimane più alta in Finlandia (60 / 100.000 / anno), Sardegna e Svezia, seguita da Kuwait, alcuni altri paesi del nord Europa, Arabia Saudita, Algeria, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Canada. L’incidenza più bassa si riscontra in tutta l’Asia orientale e sudorientale. 

A livello globale, l’incremento medio dell’incidenza è stato del 3-4% / anno negli ultimi decenni, essendo più marcato nei paesi a bassa rilevanza. Sebbene la mortalità T1D sia diminuita drasticamente, esiste ancora un rischio maggiore rispetto alla popolazione non diabetica, specialmente nelle persone con nefropatia diabetica.

Report curato dal Dipartimento di sanità pubblica, Università di Helsinki, e pubblicato in PER del 24 marzo 2020.

Eventi avversi all’insulina

Le conseguenze negative del trattamento del diabete sono tradizionalmente considerate causate da una gestione disastrosa della terapia piuttosto che da eventi avversi dei preparati di insulina. Tuttavia, ipoglicemia, cambiamenti nel sito di iniezione (lipatrofia, lipoma), allergia all’insulina, obesità e aumento del rischio di alcune forme di cancro possono essere facilmente considerati eventi avversi del farmaco, e ago-fobia, problemi psicologici, aumento del rischio di suicidio sono eventi avversi correlati all’insulina e alla sua somministrazione.

Anche la macroangiopatia e persino la microangiopatia possono in qualche modo essere considerate eventi avversi poiché la parte più cruciale del trattamento del diabete di tipo 1 è il trattamento con insulina. C’è ancora spazio per gli effetti estemporanei dell’insulina come farmaco. Abbiamo bisogno di insuline con assorbimento e cinetica più prevedibili.

A cura dei diabetologi dell’Ospedale pediatrico Crown Princess Victoria e Divisione Pediatrica, Dipartimento di Scienze biomediche e cliniche, Università di Linköping, Linköping, Svezia.

Pubblicato il 24 marzo 2020 in PER.

Sistemi di supporto alle decisioni per l’adeguamento del trattamento insulinico nei diabetici di tipo 1

Per le persone con diabete di tipo 1, il raggiungimento del controllo glicemico ottimale richiede l’uso di terapia insulinica intensiva. Per raggiungere questo obiettivo, gli individui sono tenuti a diventare esperti nel determinare con precisione la quantità appropriata di insulina necessaria per affrontare una varietà di situazioni durante la giornata, considerando numerosi fattori influenzanti.

Devono anche svolgere più attività al giorno, come contare i carboidrati per determinare con precisione il bolo preprandiale richiesto. È inoltre necessario regolare periodicamente il dosaggio dell’insulina poiché la sensibilità all’insulina varia considerevolmente nel tempo. Tecnologie avanzate sofisticate vengono utilizzate da un numero crescente di individui per gestire il diabete. Tuttavia, nonostante le innovazioni nelle tecnologie di monitoraggio del glucosio e le nuove formulazioni di insulina, molti di questi individui non stanno raggiungendo i loro obiettivi glicemici.

Le nuove tecnologie forniscono un’ampia quantità di preziosi dati relativi al diabete che possono complicare ulteriormente il processo decisionale di dosaggio dell’insulina per le persone con diabete e per gli operatori sanitari. La salute mobile, gli strumenti digitali e i sistemi di supporto alle decisioni possono aiutare ad aumentare il grado di precisione e tempestività del dosaggio dell’insulina e la titolazione dell’insulina e hanno il potenziale per migliorare il controllo glicemico a una vasta gamma di persone con diabete.

La cassetta degli attrezzi mobile emergente per gli aggiustamenti del dosaggio dell’insulina che viene esaminata in questo include app per la gestione dell’insulina; una vasta gamma di app per guidare gli adattamenti dell’insulina, ad esempio nei periodi di attività fisica e di alimentazione; sistemi di gestione dei dati che consentono la visualizzazione e l’analisi dei dati sull’insulina insulina e glucosio dai vari dispositivi; App in tempo reale per allarmi e previsione del glucosio che aiutano a prevenire eventi di ipoglicemia e iperglicemia; vari calcolatori di bolo per il dosaggio dei pasti; sofisticati algoritmi di supporto alle decisioni per le persone che usano la pompa per insulina, iniezioni multiple di insulina e sistemi a circuito chiuso per aggiustamenti del dosaggio di insulina in tempo reale e retrospettivi.

Report curato dai pediatri diabetologi del Jesse Z e Sara Lea Shafer Institute for Endocrinology and Diabetes, National Center for Childhood Diabetes, Schneider Children’s Medical Center of Israel, Petah Tikva, Israel.

Pubblicato il 24 marzo 2020 in PER.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.