Tecno

#ADA2020 iSpy: uno studio pilota su una nuova app per smartphone conteggio dei carboidrati per i giovani con diabete di tipo 1

Introduzione: il conteggio dei carboidrati è una parte importante della gestione del diabete, ma è difficile e può negativamente impattare sulla qualità della vita. Per affrontare questa sfida, è stata sviluppata una nuova applicazione mobile (app) chiamata iSpy che utilizza la visione computerizzata e l’intelligenza artificiale per identificare gli alimenti, stimarne il contenuto di carboidrati e fornire feedback in tempo reale agli utenti.

Obiettivo: valutare la funzionalità di iSpy tra i giovani dai 10 ai 17 anni (età media = 14 anni) con diabete mellito di tipo 1 (T1DM).

Design / Metodi: È stato condotto uno studio pilota su 44 giovani (22 ciascuno randomizzato all’intervento (iSpy) o controllo) per valutare: (1) se iSpy porta a una migliore capacità di conteggio dei carboidrati (precisione e velocità) misurata usando piatti standardizzati al basale e alla fine dello studio di 12 settimane; e (2) risultati di implementazione come accettabilità dell’app e problemi tecnici.

Risultati: rispetto al gruppo di controllo, il gruppo di intervento ha migliorato la precisione del conteggio dei carboidrati (grammi totali per pasto) durante il periodo di studio di 12 settimane (p = 0,007). Inoltre, la percentuale di volte in cui la stima dei carboidrati di un determinato articolo è scesa di oltre 10 g dal valore reale è stata ridotta del 9,9% (p = 0,047). Non vi era alcuna differenza statisticamente significativa nel tempo totale di conteggio dei carboidrati. Le interviste qualitative e i punteggi della scala di accettabilità delle app in 7 domini sono stati principalmente positivi. Il 43% dei partecipanti a iSpy utilizzava ancora l’app e si registrava almeno una volta ogni 2 settimane al termine dello studio. Non sono state identificate sfide tecniche importanti.

Conclusioni: i partecipanti che utilizzano iSpy hanno dimostrato una migliore precisione del conteggio dei carboidrati e un’accettabilità positiva. iSpy ha il potenziale per migliorare la gestione del diabete, che dovrebbe essere ulteriormente testato in uno studio formale controllato randomizzato

Categorie:Tecno

Con tag:,,