Tecno

Monitoraggio continuo dei biomarcatori per la medicina personalizzata

Nicolas Plumeré e Tobias Vöpel

ERC Proof of Concept Grant per lo sviluppo di strisce reattive multi-analita

In modo simile alla glicemia, in futuro potrebbero essere identificati vari biomarcatori usando solo poche gocce di sangue. I ricercatori della Ruhr-Universität Bochum stanno sviluppando una striscia reattiva multi-analita per questo scopo che aprirà nuove potenzialità nella medicina personalizzata facilitando la misurazione continua di vari parametri. Combinata con analisi dei big data, la nuova tecnologia di misurazione potrebbe aiutare a rilevare precocemente problemi di salute o a prevedere meglio il decorso della malattia.

Per lo sviluppo della striscia reattiva, il professor Nicolas Plumeré e il dott. Tobias Vöpel del gruppo di ricerca sulle nanostrutture molecolari riceveranno una sovvenzione Proof of Concept dall’European Research Council (ERC) per un importo di 150.000 euro. Il progetto “Stabilire il monitoraggio continuo dei biomarcatori per i big data in fitness e assistenza sanitaria”, E-Confidence in breve, dura da un anno e mezzo.

Analisi precise calibrano i dispositivi indossabili

“La nostra visione è quella di registrare le più piccole deviazioni nel profilo dei biomarcatori e utilizzarle per la medicina personalizzata”, afferma Nicolas Plumeré, membro del Cluster of Excellence Ruhr Explores Solvation. “A tal fine, la nostra tecnologia non sarà solo combinata con l’analisi dei big data, ma anche con tecnologie in rapido progresso come dispositivi indossabili, ad esempio orologi intelligenti o fitness tracker”. I ricercatori vogliono garantire un’acquisizione continua e precisa dei dati combinando queste tecniche di sensori non invasivi con metodi minimamente invasivi per calibrare i dispositivi indossabili.

“Idealmente, la combinazione di queste tecniche potrebbe anche aiutare a prevenire problemi di salute”, afferma Tobias Vöpel. “Ad esempio, se i sensori fossero collegati a uno smartphone, potrebbe indurre chi lo indossa a consultare un medico in tempo.”

Misurazione dello zucchero nel sangue e lattato

Nel progetto ERC, Nicolas Plumeré e Tobias Vöpel progettano di sviluppare strisce reattive per la misurazione simultanea dei livelli di zucchero nel sangue e lattato. Intendono anche scoprire per quali altri biomarcatori la tecnologia sarebbe adatta.

La misurazione del lattato non è rilevante solo per i medici, consentendo loro di valutare meglio lo stato di salute dei propri pazienti, ma anche per gli atleti che desiderano adattare il loro allenamento alle loro esigenze individuali. “Con la nostra striscia reattiva multi analita, sarà possibile determinare con precisione i livelli di zucchero nel sangue e lattato in una piccola goccia di sangue senza dover effettuare un lungo test in laboratorio”, spiega Nicolas Plumeré.

Plumeré e Vöpel hanno già sviluppato un metodo per la misurazione della glicemia nel Grant Starting “Redox Shields” del CER, per il quale hanno richiesto un brevetto. La misurazione si basa sulle cosiddette ossidasi come enzimi del sensore, che tuttavia soffrono di interferenze da parte dell’ossigeno, rendendo inaccurate le misurazioni. Utilizzando la tecnica sviluppata da Tobias Vöpel e Nicolas Plumeré, l’ossigeno interferente viene rimosso dalla striscia reattiva.

Spin-off per il marketing

Entrambi i ricercatori hanno anche in programma di lavorare con partner del settore sanitario per scoprire come i dati ottenuti usando il loro metodo possono aiutare a determinare lo stato di salute di un individuo.

La sovvenzione aiuterà inoltre i ricercatori a effettuare un’analisi di mercato, testare la nuova tecnologia e preparare un piano aziendale per una società spin-off che potrebbe essere responsabile della commercializzazione delle strisce reattive in futuro.

Categorie:Tecno

Con tag: