Donne e diabete

Diabete di tipo 1 e di tipo 2 dopo diabete gestazionale: uno studio di coorte di 23 anni

Lo scopo di questo lavoro era di esaminare la progressione verso il diabete di tipo 1 e di tipo 2 dopo diabete mellito gestazionale (GDM) in uno studio di follow-up di 23 anni.

I ricercatori del Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia, Oulu University Hospital, Oulu, Finlandia hanno condotto uno studio di coorte su 391 donne con GDM diagnosticate da un OGTT o sull’uso del trattamento con insulina durante la gravidanza e 391 partecipanti al controllo abbinati per età e parità, nel periodo 1984-1994 presso l’Oulu University Hospital, Finlandia . I livelli diagnostici di cut-off per il glucosio erano i seguenti: digiuno, ?4,8 mmol / l; 1 h, ?10,0 mmol / l; e 2 h, ?8,7 mmol / l. Sono stati inviati due questionari di follow-up (nel periodo 1995-1996 e 2012-2013) per valutare la progressione verso il diabete di tipo 1 e di tipo 2. Il tempo medio di follow-up è stato di 23,1 anni (intervallo 18,7-28,8) anni.

Risultati: diabete di tipo 1 sviluppato (5,7%) durante i primi 7 anni dopo la gravidanza GDM ed era prevedibile con un valore OGTT di 2 ore di 11,9 mmol / l durante la gravidanza (analisi delle caratteristiche operative del ricevitore: AUC 0,91, sensibilità 76,5%, specificità 96,0% ). Il diabete di tipo 2 è aumentato linearmente al 50,4% entro la fine del periodo di follow-up ed era moderatamente prevedibile con glucosio a digiuno (AUC 0,69, sensibilità 63,5%, specificità 68,2%) a un livello di 5,1 mmol / l (identico al glucosio a digiuno cut-off raccomandato dall’Associazione internazionale dei gruppi di studio sul diabete e sulla gravidanza [IADPSG) e OMS]).

Conclusioni / interpretazione: tutte le donne con GDM devono essere monitorate intensivamente per un decennio, dopo di che il rischio per il diabete di tipo 1 è minimo. Tuttavia, l’incidenza del diabete di tipo 2 rimane lineare e pertanto si raccomanda un follow-up personalizzato per tutta la vita.

Pubblicato su Diabetologia il 19 luglio 2020.