Complicanze varie/eventuali

Chetoacidosi diabetica: Dichiarazione congiunta di consenso delle società scientifiche italiane AMD Associazione dei Medici Diabetologi (AMD), SID Società Italiana di Diabetologia e SIEDP Società Italiana di Endocrinologia Pediatrica

La chetoacidosi diabetica (DKA) è una grave emergenza medica un tempo considerata tipica del diabete di tipo 1 (T1DM), ma ora segnalata anche nei pazienti di tipo 2 e con diabete gestazionale. La DKA può causare gravi complicazioni e persino rivelarsi fatale. Lo scopo dello studio italiano è quello di rivedere le recenti linee guida internazionali e nazionali sulla diagnosi, presentazione clinica e trattamento della chetoacidosi diabetica, per fornire raccomandazioni cliniche pratiche.

I diabetologi italiani hanno ricercato nei database elettronici (MEDLINE (tramite PUB Med), Scopus, biblioteca Cochrane) per la letteratura pertinente. La maggior parte delle linee guida internazionali e nazionali indica lo stesso diagramma di flusso accurato per diagnosticare, valutare dal punto di vista clinico e di laboratorio e trattare chetoacidosi diabetica.

Conclusione: una diagnosi tempestiva, una rapida esecuzione delle analisi di laboratorio e un trattamento corretto sono indispensabili per ridurre la mortalità correlata alla chetoacidosi diabetica. Queste raccomandazioni sono progettate per aiutare gli operatori sanitari a ridurre la frequenza e il carico di DKA.

Dichiarazione pubblicata integralmente in Nutrition Metabolism and Cardiovascular Disease il 10 agosto 2030.